edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Come pulire il parquet

Indice

Come pulire il parquet? Consigli utili


Il parquet è una tipologia di pavimentazione interna con molti pregi, ma allo stesso tempo molto delicata che necessita di cure particolari. Vediamo alcuni consigli utili su come pulire il parquet in modo semplice ed efficace.

pavimento-in-parquet
Casa moderna con pavimento in parquet
(foto di Pexels – Fonte – https://pixabay.com)

Caratteristiche e pregi del parquet

Gli strati costituenti una pavimentazione possono essere essenzialmente distinti in rivestimento e supporto. Il rivestimento è lo strato superficiale del pavimento (o strato di calpestio) al quale è affidata la funzione di resistere alle sollecitazioni meccaniche, ai fenomeni fisici e alle aggressioni chimiche e di creare le condizioni di benessere e sicurezza dell’utenza. Esso può essere realizzato con vari tipi di manufatti e di materiali, come i pavimenti in piastrelle, in marmo o pietra, oppure i pavimenti in parquet. I pavimenti in parquet fanno parte della categoria dei pavimenti realizzati con semilavorati, cioè con prodotti posati in opera accostandoli tra loro secondo diverse geometrie di posa e sigillandoli nelle giunzioni.

Il legno da sempre è un materiale utilizzato in edilizia e conferisce all’ambiente un clima caldo e accogliente; inoltre il legno è molto elegante ed è un ottimo isolante termico e acustico. Tuttavia però il legno e il parquet è molto delicato e  per mantenerlo bello nel tempo necessita di manutenzione ordinaria compresa la pulizia. Pulire il parquet è molto importante e ora vedremo come fare. In genere si evita di installare il parquet in ambienti umidi o con presenza di acqua come bagni, cucine oppure in ambienti altamente frequentati. Un uso ottimale potrebbe essere le camere da letto, ma sempre più nelle ristrutturazioni moderne si mette il finto parquet oppure una pavimentazione in prefiniti sull’open space della zona giorno.

I pavimenti in legno e i parquet vengono sottoposti a un trattamento finale consistente in una lamatura e in una verniciatura, oppure in un trattamento con cera. Tutto questo allo scopo di proteggerli e di conferire loro l’aspetto desiderato: la verniciatura migliora anche la resistenza all’usura e all’improntabilità della pavimentazione. L’esecuzione di questi trattamenti può essere fatta soltanto a supporto del pavimento perfettamente asciutto, tenendo conto anche dell’ulteriore emissione di umidità che avviene all’inizio del periodo di riscaldamento invernale.

pulire-parquet
Pavimento in parquet posato a spina di pesce diagonale
(foto di ColorandoDaDanci – Fonte: https://pixabay.com)

Consigli per non rovinare i pavimenti in parquet 

Come abbiamo già detto il legno in generale e i pavimenti in parquet sono molto delicati e sensibili all’acqua e all’umidità oltre che alla temperatura. Un consiglio per mantenere il più a lungo possibile l’aspetto estetico del parquet è quello di arieggiare il più possibile gli ambienti della casa dove è presente il parquet e cercare di mantenere una temperatura all’interno della casa con un range che va tra i 15°C e i 22°C e un’umidità relativa tra il 45% e il 65%; questo perchè il parquet è sensibile a temperatura e umidità e tende a ritirarsi se l’aria è troppo secca e a gonfiarsi se al contrario l’aria è troppo umida.

Altro consiglio è quello di non utilizzare tappeti se abbiamo un pavimento in parquet, uno perchè un pavimento in parquet è bello da vedere e non ha senso coprirlo con un tappeto e poi perchè il legno deve “respirare”. Se per caso dobbiamo fare dei lavori in casa di bricolage o altro ovviamente coprite il pavimento con dei teli per evitare che si rovini. Infine il pavimento in parquet può strisciarsi e rovinarsi facilmente quindi cosa buona e giusta da fare è mettere dei feltrini sotto le sedie e i tavoli, se dobbiamo spostare degli arredi evitiamo di strisciarli ma alziamoli e prima di entrare in casa togliamoci le scarpe ed utilizziamo le pantofole o le pattine. Se facciamo attenzione a tutti questi aspetti, puliamo il parquet con i prodotti specifici e stiamo un pò attenti il nostro parquet durerà a lungo mantenendo la sua lucentezza e bellezza.

Come pulire il parquet

Abbiamo capito che il parquet è molto sensibile alla luce, alla temperatura e all’umidità; questi fattori potrebbero causare nel tempo il cambio di colore, e le deformazioni dovute al ritiro o al rigonfiamento generando fessure e crepi. Inoltre il parquet soffre tutte le sostanze liquide in generale e in particolar modo le sostanze acide e prodotti aggressivi. Ecco che quando ci accingiamo a pulire il parquet dobbiamo prestare molta attenzione per non rovinarlo. Innanzitutto se dobbiamo lavare e pulire il parquet evitiamo assolutamente di versare l’acqua direttamente sul pavimento ma utilizziamo piuttosto uno strofinaccio umido e ben strizzato.

Il modo migliore per pulire il parquet è quello di utilizzare un aspirapolvere con spazzole per parquet e quindi molto morbide oppure molto comode sono le scope che utilizzano le salviette elettrostatiche. In commercio comunque esistono prodotti specifici per pulire il parquet come detergenti neutri oppure prodotti ravvivanti con cera protettiva. Se decidiamo di lavare il pavimento in parquet dopo averlo passato con l’aspirapolvere, immergiamo un tappo di detergente neutro in un secchio di acqua calda e con un straccio umido oppure con una scopa con le frange cominciamo a pulire e lavare il parquet. Una volta finito basterà aspettare e lasciare che il pavimento si asciughi da solo.

Per finire una volta passata l’aspirapolvere e quindi tolta la polvere, e lavato il pavimento in parquet con prodotti specifici arriva l’ultima fase ovvero andremo ad applicare la cera protettiva che da nutrimento al legno. Mentre il lavaggio e l’aspirapolvere dobbiamo farlo almeno una volta la settimana la cera possiamo applicarla con una cadenza minore. Basterà prendere un panno morbido, impregnarlo di cera nutriente per parquet e passare il panno sul pavimento compiendo movimenti rotatori in senso orario o antiorario in modo energico affinchè la cera penetri bene nelle fibre del legno e dia così nutrimento ravvivando il parquet. La cera ovviamente va applicata solo a paviementi in parquet che sono in legno naturale, mentre alte pavimentazioni in finto legno o prefiniti non serve.

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox