edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Come ripristinare in modo corretto i pilastri in calcestruzzo

Indice

Se vi trovate a dover leggere questo tipo di articolo significa che le parti strutturali di un edificio di vostra proprietà ha subito dei danni.
 
Prima di procedere nel loro ripristino è consigliabile rivolgersi ad un tecnico specializzato che farà un’analisi strutturale accurata e in caso di danni molto gravi si dovrà intervenire mediante un’impresa edile esperta. Ma noi tratteremo un difetto meno drastico e assolutamente non pericoloso che potete quindi provare a risolvere voi personalmente.
 
pilastri in calcestruzzo
Foto di  Markus Spiske, Fonte:Pixabay.com

Ripristinare i pilastri in calcestruzzo

Esso ha una buonissima resistenza agli agenti atmosferici ma comunque con il tempo si usura e quindi bisogna assolutamente sistemarlo per evitare crolli dovuti all’indebolimento o addirittura alla rottura dei tondini dell’armatura.
Il ripristino comincia con la rimozione del calcestruzzo rovinato fino alla messa a nudo dei ferri dell’armatura.  Una volta eseguiti questi due passaggi è necessario stabilire fino a che punto il calcestruzzo si è degradato e per farlo dovrete utilizzare un indicatore acido a base di fenolftaleina che rimarrà incolore in caso di calcestruzzo danneggiato e diventerà rossastro in caso di calcestruzzo sano. Nella fase successiva dovrete rimuovere tutta la ruggine dai  ferri dell’armatura (SABBIATURA).  Successivamente si procede applicando la BOIACCA CEMENTIZIA che contiene additivi che vanno a proteggere il tutto dalla corrosione e inoltre svolge anche la funzione di ponte di adesione tra la MALTA DA RIPRISTINO e il SOSTEGNO oggetto della risanazione.
Vi sarà molto facile assicurarvi di stenderla bene in quanto ha una colorazione celeste che aiuta moltissimo sotto questo punto di vista. Trascorse 5/6 ore dal trattamento anti-ruggine dovrete bagnare abbondantemente il supporto prima di applicare una MALTA FIBRATA con l’aiuto di una cazzuola per poi stenderla e lisciarla bene con una fratazza. Una volte stesa la malta si andrà ad applicare con una spatola metallica la RASATURA CEMENTIZIA RAPIDA da stendere con movimenti verticali e orizzontali alternati. Per finire assicuratevi che la nuova superficie risulti liscia e omogenea.
Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Immagine rappresentante un chiusino in strada
Progettazione
Giovanni Breda

Cosa sono i chiusini: tipologie e usi

Chiusini, elementi essenziali nell’ambito delle infrastrutture civili e stradali, coprono e proteggono l’accesso a servizi sotterranei come le fognature o i sistemi di drenaggio. La

Leggi Tutto »
0
Puoi lasciare un tuo commentox