edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Gru di cantiere: tipologie, accessori e prezzi

Indice

L’utilizzo della gru di cantiere è assolutamente indispensabile per
lo svolgimento di qualsiasi cantiere che si sviluppi in quota. La gru di
cantiere permette di sollevare e spostare attrezzature e materiali utili
all’esecuzione dell’opera il tutto in sicurezza. Vediamo quali sono
le tipologie di gru di cantiere più usate, gli accessori e i prezzi.</span >

gru di cantiere
Gru di cantiere a torre con tiranti e cabina di manovra
(foto di
analogicus – Fonte: pixabay.com)

Le gru di cantiere e il Coordinatore per la sicurezza

Qualsiasi cantiere di una certa grandezza che richiede lavorazioni in quota
non può svolgersi senza l’aiuto della gru di cantiere, che è una
attrezzatura che permette di spostare e sollevare materiali edili, macchinari
e quant’altro al fine di permettere la corretta esecuzione delle lavorazioni.
Esistono diverse tipologie di gru da cantiere, e si differenziano in
base alla lunghezza e del raggio d’azione del braccio, dell’altezza a cui può
arrivare, della capacità di portata, se ha una cabina di manovra in quota
oppure viene manovrata a terra, etc.

La gru di cantiere in genere viene fornita dall’impresa edile che
esegue i lavori e deve essere approvata dal Direttore Lavori e dal
Coordinatore della Sicurezza. Per esempio la posizione della
gru di cantiere all’interno dell’area di cantiere deve essere decisa in
modo che non arrechi pericolo e intralcio alle normali attività e tramite il
braccio della gru deve permettere di arrivare dappertutto. Se necessario è
possibile prevedere due o più gru quando il cantiere sia di una certa
grandezza e una sola gru di cantiere non sia necessaria.

La gru di cantiere è considerato un elemento di pericolo per gli operatori per
cui deve essere ben ancorata a terra per impedire che cada per terra con
conseguenze disastrose. L’utilizzo, l’installazione, la tipologia e la
posizione della gru di cantiere viene decisa e approvata dal
Coordinatore della Sicurezza e viene indicata nel
layout di cantiere </a >all’interno del PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento).

Fasi preliminari per installare una gru in cantiere

Abbiamo visto che installare una gru di cantiere è un’operazione
indispensabile per lo svolgimento delle lavorazioni (ovviamente parliamo
di cantieri edili medio grandi) ma la stessa deve essere posizionata e
installata secondo tutte le norme di sicurezza e sotto prescrizione
del Coordinatore della Sicurezza. Si dovranno infatti fare tuta una
serie di verifiche preliminari sulla consistenza e stabilità del terreno o
del piano di posa della gru (mettendo in relazione i valori di resistenza
a compressione e i carichi della gru riportati dal costruttore), la sua
stabilità e il corretto funzionamento.

Bisogna verificare che nell’estensione del braccio della gru non ci
siano ostacoli o impedimenti come ad esempio altre gru oppure linee
elettriche aeree e nel caso di gru a rotazione bassa prevedere una
recinzione che delimiti l’area di manovra. Una volta accertato e
verificato tutto questo il Coordinatore della Sicurezza predispone
nel
layout di cantiere </a >e nel PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento) l’utilizzo di una o
più gru di cantiere specificando modello e dimensioni.

Tipologie di gru di cantiere

Attualmente esistono, al di la della grandezza, dell’altezza o
dell’estensione del braccio, diverse
tipologie di gru da cantiere che devono essere scelte in base alla
tipologia di lavorazione. La tecnologia infatti negli ultimi anni si è
evoluta anche in questo settore e oggi esistono
modelli di gru altamente sofisticate e tecnologiche.

Vediamo ora i principali modelli e tipologie di gru da cantiere; la
maggior parte sono utilizzate settore edile ma alcune vengono utilizzate
per esempio nei cantieri navali o stradali.

  • Gru a bandiera da ponteggio: queste gru sono i classici
    argani con un braccio girevole, fissato generalmente ad un montante
    verticale del ponteggio, con la funzione di sollevamento e piccola
    rotazione del braccio. Questi argani sono utilizzati nei piccoli
    cantieri edili o meglio ancora nelle ristrutturazioni che prevedono
    lavorazioni al piano terre e primo piano e serve sostanzialmente per
    alzare sacchi di cemento, mattoni, piccole betoniere.
  • Gru a bandiera: queste gru sono formate da una trave
    orizzontale con un carrello porta argano e un tirante superiore che
    serve per il collegamento ad un perno di rotazione verticale;
  • Gru a bandiera con colonna: queste gru da cantiere sono
    simili alle gru a bandiera ma hanno una colonna per ancorarle a terra;
    con queste gru la bandiera ha una capacità di rotazione di 180 gradi;
  • Gru a colonna: hanno una colonna in acciaio di sezione
    circolare o quadrata, e permettono una rotazione della bandiera di 360
    gradi. In sommità c’è un carrello con un argano che è movimentato
    elettricamente;
  • Monorotaie: costituite da una trave a doppio T dove scorre
    un carrello motorizzato su cui è fissato un paranco per il sollevamento;
  • Gru a ponte o carriponte: hanno il funzionamento simile
    alle monorotaie solamente che sono formate da due tra di testa in senso
    longitudinale e da due travi perpendicolari  dove scorrono uno o
    più carrelli con gli argani per sollevare il materiale e spostarlo.
    Queste tipo di gru come quelle a ponte in genere sono utilizzate nei
    capannoni industriali e non per cantieri edili;
  • Gru a cavalletto</b >: in tutto simili alle gru a ponte con la differenza che le vie di
    corsa sono a terra;
  • Gru a torre con tiranti e senza tiranti: sono le classiche gru da
    cantiere che vediamo normalmente nei cantieri edili e costituite da un
    carrello di base scorrevole su rotaie fissate al terreno, sul quale è
    fissata un’esile struttura con dei tralicci terminante con una cuspide
    dove è collocato il braccio di rotazione con il carrello di scorrimento
    ed il controbraccio con la zavorra. In altri modelli invece di ruotare
    solo il braccio ruota tutta la struttura della gru e allora la zavorra è
    posta a terra e il controbraccio è libero. Queste gru hanno due motori:
    quello di sollevamento e traslazione del braccio è posto in basso mentre
    quello per la rotazione può essere in alto o in basso;
  • Gru portuali: sono le gru che si usano nei porti e nei
    cantieri navali e sono formate da un carro di base, una torretta
    girevole e da un braccio ad inclinazione variabile;
  • Gru su autocarro: sono delle gru munite di colonna
    girevole, inclinabile ed estensibile montata su un autocarro rinforzato
    e azionata direttamente dall’operatore tramite circuiti idraulici. Sono
    molto agevoli e utilizzabili da molte piccole imprese per fare
    lavorazioni modeste;
  • Autogru: che sono automezzi costruiti appositamente per
    lavorare esclusivamente come gru, sia su pneumatici sia su
    stabilizzatori. Anche questo tipo di gru vanno bene per piccoli
    cantieri.

Come scegliere una gru di cantiere

Quando un cantiere edile lo richiede una cosa molto importante da fare è
la scelta di quale tipo e quali dimensioni deve avere la
gru di cantiere. Poi bisogna valutare l’altezza, il raggio d’azione
del braccio e assicurarsi che non rechi danno a persone e alla struttura,
quindi che non ci siano impedimenti, o a edifici vicini all’area di
cantiere, e che sia stabile, il tutto seguendo le normative riguardanti la
sicurezza. Normalmente per le gru a torre che sono quelle più
utilizzate nei cantieri edili, sono previste differenti lunghezze braccio,
normalmente da 20  m fino a 60 m e altezze torre, da 15 m fino a 50
m.

Come si monta una gru di cantiere

Vediamo un breve video che riprende con il drone le fasi di montaggio di
una gru a torre in un cantiere edile.

Quali sono i prezzi delle gru di cantiere

Essendo che esistono come abbiamo visto svariate tipologie di gru e
ogni cantiere è diverso da un’altro e ha le sue particolari specificità ed
esigenze è difficile se non impossibile a priori stabilire quanto costa e
quali sono i prezzi di una gru di cantiere. Sarà compito del
Coordinatore della Sicurezza, del capo cantiere, del Direttore
Lavori e del Committente stabilire la gru più appropriata in base alle
esigenze del cantiere.

In genere un’impresa edile si assume anche gli oneri di dotare il cantiere
di tutte le attrezzature necessarie comprese la
gru di cantiere. Nel caso dovessimo fare un piccolo lavoretto di
casa potremmo richiedere una consulenza per individuare la
gru di cantiere più adatta e ricorrere eventualmente al noleggio;
in questo caso i prezzi variano in base alla tipologia ma anche al tempo
di utilizzo della gru.

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
accordo quadro
Appalti
Manuel Binotto

Accordo quadro e convenzione

Gli accordi quadro e le convenzioni sono strumenti fondamentali negli appalti pubblici, utilizzati per semplificare e ottimizzare le procedure di approvvigionamento di beni e servizi.

Leggi Tutto »
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Articoli Recenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox