edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Intonaco macroporoso: cos’è e quando usarlo

Indice


L’intonaco macroporoso è un particolare tipo di intonaco che serve per
eliminare e contrastare la formazione di muffa e umidità sui muri, perchè
lascia traspirare la parete. L’umidità sui muri infatti si può formare
per vari motivi e questa provoca la
formazione di muffe
che rendono l’ambiente malsano. Ecco perchè per esempio nelle
ristrutturazioni fai da te

è conveniente utilizzar el’intonaco macroporoso. Vediamo meglio di cosa si
tratta, quali sono i suoi vantaggi e quanto costa.

intonaco-degrado-umidità
Degrado intonaco a causa dell’umidità (foto di pasja – Fonte:
pixabay.com)

Cos’è l’intonaco

L’intonaco nell’edilizia di tipo tradizionale, è lo strato superficiale
delle pareti perimetrali esterne ed interne degli edifici che hanno la
funzione principale di finitura e protezione degli strati della
muratura. In particolare l’intonaco esterno è soggetto a un certo degrado che
può essere più o meno accentuato nel tempo, in funzione del clima della zona,
degli agenti atmosferici oppure della presenza di umidità.

Caratteristiche fondamentali dell’intonaco

L’intonaco ha la funzione di rendere regolari le superfici murarie e di
costituire, ove necessario, una protezione dagli agenti atmosferici. Quando
sull’intonaco sono previsti ulteriori rivestimenti, esso conferisce alla
superficie muraria il suo aspetto definitivo.

Caratteristiche fondamentali dell’intonaco, che impongono una scelta oculata
delle malte da impiegare, sono:

  • buona aderenza e compatibilità con il supporto sottostante (laterizi,
    pietre, calcestruzzo. etc.);
  • rispondenza alle esigenze di impermeabilità, di coibenza termica e acustica
    e di resistenza meccanica;
  • attitudine a consentire i processi di traspirazione della parete;
  • planarità della superficie, la rettilineità degli spigoli e l’assenza di
    difetti superficiali.

Perchè si forma l’umidità

Lumidità di risalita
o quella di tipo interstiziale che si forma all’interno degli strati della
parete a lungo andare può essere molto pericolosa per le caratteristiche
fisiche e meccaniche dalla stessa. Il primo a risentirne degli effetti dannosi
è proprio l’intonaco. Ecco perché utilizzando un
intonaco macroporoso si fa in modo alla parete di “respirare” e quindi
l’umidità che eventualmente si forma evapora via.

Sono diverse le cause per cui si può formare umidità negli edifici:

  • presenza di percentuali di acqua residua nelle malte e nei materiali da
    costruzione;
    mancata o scarsa manutenzione dei pluviali;
  • errata posa dell’impermeabilizzazione dei terrazzi e coperture;
  • presenza di acqua nel terreno che viene assorbita dalla parete per
    capillarità;
  • vapore acqueo atmosferico che tende a condensare sulla superficie e
    all’interno;
  • pioggia che penetra all’interno sospinta dal vento.

Bisogna dire però che se un edificio è costruito bene a “regola d’arte” e
viene sempre fatta la corretta manutenzione il fenomeno dell’umidità non si
genera e anche l’intonaco rimane intatto.

LEGGI ANCHE:
Ogni quanto bisogna fare la manutenzione delle grondaie?

Cause del degrado dell’intonaco

Il tipo di degrado che più comunemente interessa le pareti perimetrali
è il deterioramento dell’aspetto superficiale, causato dagli insudiciamenti,
dalle alterazioni, dalle disgregazioni prodotte da agenti di varia natura.

Vediamo nella tabella sottostante, i principali
tipi e cause del degrado degli intonaci c
omunemente rilevabili sulle facciate degli edifici. Sul degrado può avere
grande influenza la presenza di materiali con caratteristiche insufficienti o
la loro messa in opera con tecniche inadeguate . A questi “vizi” di origine si
sommano poi gli effetti prodotti dagli agenti degradanti- In definitiva, una
diagnosi precisa delle cause effettive del degrado richiede in genere indagini
molto complesse e strumentazioni sofisticate.

Tipi di degrado

Cause del degrado

Disgregazione per umidità di risalita

Zoccolature con intonaci o con rivestimenti impermeabili

Pitturazioni non corrette

Disgregazione o erosione superficiale

Indebolimento del legante e contaminazioni azioni disgreganti

Distacchi

Supporto costituito da materiali di scarsa resistenza o da elementi
poco porosi che non consentono l’aggrappo

Supporto di rigidezza maggiore di quella dell’intonaco

Effetto di infiltrazioni dell’acqua e azione del gelo

Lesioni superficiali (fessurazioni)

Dilatazioni o cedimenti del supporto

Formazione di efflorescenze

Presenza di Sali solubili nei materiali di supporto

Cos’è l’intonaco macroporoso

Come accennato in precedenza un’ottima soluzione per far fronte al problema
della formazione di umidità nelle pareti è l’utilizzo di
intonaco macroporoso.
Questo particolare intonaco non permette l’eliminazione della formazione di
umidità ma piuttosto ne agevola lo smaltimento. Grazie alla sua struttura
porosa favorisce l’evaporazione dell’umidità eventialmente presente verso
l’esterno asciugando di fatti la parete. In pratica fa si che la parete
“respiri” e non abbia nessun impedimento al passaggio del vapore.

Questa soluzione è un buon rimedio efficace per garantire la
salubrità e l’integrità della casa. Sappiamo benissimo infatti che uno
dei fenomi direttamente connessi alla presenza di umidità è la
formazione di muffe che rendono l’ambinete malsano, soprattutto se c’è
la presenza anche di bambini.

LEGGI ANCHE: Come togliere la pittura dai muri prima di pitturare casa 

intonaco macroporoso
 SikaMur Dry, Intonaco macroporoso per il risanamento 
delle murature umide, Grigia chiara- 25kg
scopri su amazon

A cosa bisogna stare attenti

Proprio grazie alla sua particolare struttura con la presenza di micro fori e
cavità, se da un lato permette alla parete di respirare e quindi
all’umidità di evaporare dall’altro permette il passaggio di acqua
piovana e la possibile formaizione di ghiaccio. Ecco perchè l’intonaco
macroporoso si presenta un rimedio efficace per deumidificare le pareti
solamente se l’edificio si trova in una zona in cui le giornate calde,
asciutte e ventilate sono in numero maggiore rispetto alle giornate umide e
piovose. Cosa facileda dirsi visto che oggi con i cambiamenti climatici in
atto è sempr epiù difficile stabile un andamento medio annuo visto il
verificarsi di eventi estremi e l’imprevidibilità degli stessi.

intonaco macroporoso
 BenessereBio Kerakoll Biointonaco termo
deumidificante per
bioedilizia 18 Kg
scopri su amazon
Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox