edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Le aiuole rialzate

Indice

Le aiuole rialzate: cosa sono e come si fanno

Arredare il giardino con le aiuole rialzate è una valida soluzione pratica ed efficace per abbellire il giardino e migliorare le condizioni di crescita di piante e fiori. In legno, pietra o mattoni le aiuole rialzate si possono fare utilizzando vari materiali e con il fai da te. Vediamo come costruire un’aiuola rialzata.

aiuole-giardino-piante-arredo giardino
Aiuole rialzate per il giardino
(foto di Gray_Rhee – Fonte: https://pixabay.com)

Cosa sono le aiuole rialzate?

Le aiuole rialzate sono un’ottima soluzione che tutti possono realizzare da soli con il fai da te per migliorare la ricchezza e la capacità di drenaggio grazie alla maggiore profondità di terreno. Le aiuole rialzate infatti sono dei contenitori senza fondo, realizzati in mattoni, pietra, legno, etc.  per mettere a dimora tutte quelle piante che hanno più bisogno di aiuto e di nutrienti da parte del terreno, ricreando condizioni difficilmente raggiungibili nel terreno a propria disposizione. Alcune piante infatti hanno radici che vanno in profondità nel terreno ma a volte la profondità di cui hanno bisogno non c’è e allora con le aiuole rialzate possiamo dargliela.

Quali sono i vantaggi di un’aiuola rialzata?

Chi ha la fortuna di avere un giardino, piccolo o grande che sia, le aiuole rialzate sono un ottimo sistema per arredare il giardino abbellendolo e mettendo a dimore le piante che hanno bisogno di più terreno per vivere. Le aiuole rialzate possono assere alte 30 – 40 cm oppure anche 80 – 100 cm a seconda di quello che ci serve e possiamo realizzarle in qualsiasi punto del giardino. Vediamo in maniera schematica quali sono i principali vantaggi delle aiuole rialzate:

  • le aiuole rialzate permettono di avere una maggiore capacità di drenaggio rispetto alle classiche aiuole a terra in quanto il terriccio dell’aiuola rialzata non è soggetto a calpestio;
  • con le aiuole rialzate aumentando di fatto il livello del terreno si ha una migliore esposizione alla luce solare, molto importante soprattutto nei mesi invernali;
  • con le aiuole rialzate è anche più facile curare le piante senza necessità di chinarsi e accucciarsi, soprattutto se siamo persone anziane con problemi di schiena;
  • minore tendenza alla crescita delle erbe infestanti e, quindi, alla proliferazione dei parassiti;
aiuola rialzata-aiuola-giardino-pietra
Aiuola rialzata in pietra
(foto di Giuseppe Alfano – Fonte: https://www.flickr.com)

Come costruire un’aiuola rialzata fai da te

Abbiamo visto cos’è un’aiuola rialzata e quali sono i vantaggi per arredare in maniera intelligente il nostro giardino. Ora vediamo ora come realizzare un’aiuola rialzata fai da te.

Per realizzare un’aiuola rialzata per prima cosa dobbiamo decidere dove posizionarla, quanto grande farla e che piante mettere a dimora. Ma procediamo per gradi, innanzitutto la dimensione e la posizione sono strettamente legate alla morfologia e all’orientamento rispetto al sole del nostro giardino. L’ideale è che l’aiuola sia sempre al sole e non all’ombra mentre se abbiamo un giardino grande possiamo fare un’aiuola rialzata piccola o grande, mentre se il giardino è piccolo ovviamente possiamo solo farla piccola. Il periodo migliore per realizzare un’aiuola rialzata è all’inizio della primavera oppure in autunno.

Altra cosa dobbiamo decidere con quali materiali intendiamo realizzarla: come dicevamo all’inizio di questo articolo possiamo realizzarla in vari materiali come il legno, la pietra, il mattone o il metallo. Ogni materiale ha le sue caratteristiche e qualità estetiche e necessita di procedure diverse per la realizzazione. Per esempio per realizzare un’aiuola in legno saranno sufficienti delle assi di legno e dei chiodi, per i mattoni invece oltre a procurarci i mattoni dovremmo poi realizzare la malta e posare si conseguenza i mattoni aspettando che la malta si asciughi. La pietra potrebbe essere posata a secco (con la tecnica dei muretti a secco) oppure unita con la malta. Il legno è bello da vedere ma deve essere trattato e con il tempo tende a rovinarsi, mentre pietra e mattoni sono più duraturi. Se scegliamo di realizzare un’aiuola rialzata in pietra o mattoni dovremmo anche realizzare una sorta di fondazione in ghiaia ed è consigliato mettere sul fondo una rete metallica a maglia fine per evitare l’ingresso di talpe e roditori.

Realizzata i quattro lati perimetrali della struttura dell’aiuola rialzata e posizionato la rete metallica sul fondo, per evitare i danni alle piante stesse o alla struttura dell’aiuola rialzata provocati dall’umidità si procede al rivestimento delle pareti interne con una membrana impermeabile da giardini e uno strato in tessuto non tessuto. A questo punto abbiamo realizzato il cassone, il contenitore; non ci resterà che riempire il contenitore con il terreno procedendo per strati, partendo dal fondo fino ad arrivare alla sommità. L’aiuola rialzata a questo punto è fatta, ora non ci resta che mettere a dimora le piante e decidere quali piante mettere, potrebbero essere piante aromatiche e fiori oppure ortaggi come pomodori, peperoni, sfruttando al massimo le proprietà nutrienti del terreno ricco di hummus.

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox