edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Migliore vernice fonoassorbente per interni

Indice

Oltre alle classiche pitture per interni esistono delle particolari pitture fonoassorbenti che sono in grado di attutire i rumori. In questa breve guida vi spiegheremo com’è fatta la vernice fonoassorbente e quali sono le sue caratteristiche.

pittura fonoassorbente
Vernice fonoassorbente per interni (foto di zivica – Fonte:
pixabay.com)

Cos’è la vernice fonoassorbente

La vernice fonoassorbente detta anche vernice acustica, è come una normale pittura ma è a base d’acqua pesante e ha una densità maggiore rispetto alle vernici tradizionali grazie alla combinazione di microsfere ceramiche e vari riempitivi fonoassorbenti.

Questi riempitivi sono costituiti da thermacles che sono in pratica delle celle miniaturizzate sottovuoto riempite con il pigmento. La vernice fonoassorbente impedisce così il propagarsi del suono da una stanza all’altra e diminuisce anche l’effetto eco e rimbombo.

In pratica, grazie alla sua particolare formulazione chimica, è in grado di smorzare le onde sonore lievi e le vibrazioni leggere che attraversano le pareti. Per una maggiore efficienza di questa soluzione per isolare acusticamente le pareti di casa è consigliato dare tre o anche quattro mani di vernice in modo da creare uno strato più spesso.

Differenza tra vernice normale e pittura fonoassorbente

La prima grande differenza tra questi due tipi di vernici è lo spessore e la densità: le pitture insonorizzanti sono più dense e una volta asciugate sono più ruvide al tatto e alla vista. 

Inoltre formano uno strato più spesso rispetto alle vernici tradizionali. Il fatto di essere più spesse implica che richiede più tempo per la stesura e occorre certamente più materiale a parità di metri quadri di parete. 

Lo spessore maggiore è dato dal fatto della presenza delle microsfere ceramiche e dei riempitivi fonoassorbenti che danno uniformità alla vernice stessa.

Inoltre le vernici fonoassorbenti sono realizzate in lattice, oltre alle sfere ceramiche hanno anche catene di polimere che rendono la vernice particolarmente oleosa. Questo fa si che la pittura diventi particolarmente isolante acusticamente e termicamente.

Come funziona esattamente la pittura fonoassorbente

Le vernici acustiche sono vernici a base di prodotti chimici ma sono comunque ecologiche e non dannose per l’uomo. Esse riescono a ridurre i rumori e i suoni di media frequenza di circa il 30%, come ad esempio la voce parlata. Se le onde sonore colpiscono la superficie con la vernice fonoassorbente il pigmento dentro le celle tende ad oscillare e a fare un effetto cuscinetto.

Ovvio le vernici fonoassorbenti non sono la soluzione drastica al problema: se ci sono forti fonti di rumore provenienti dall’esterno o da altri appartamento (nel caso si viva in un condominio) allora bisogna procedere con altre soluzioni progettuali come ad esempio infissi in vetrocamera o un pavimento galleggiante. In ogni caso però la pittura fonoassorbente è un valido aiuto per ridurre il rumore di fondo, diminuire l’eco e a fare anche da isolamento termico.

Quindi ricapitolando i principi che regolano la capacità di solare acusticamente e termicamente una parete di queste vernici risiede nel fatto della consistenza e dello spessore.

Nello specifico la superfici morbida e ruvida della vernice riesce a ridurre gli echi e a far rimbalzare le onde sonore che la colpiscono, mentre lo spessore della vernice è in grado di smorzare i rumori. Più spesso è lo strato (più mani di vernice vengono applicate) e meglio è.

pittura fonoassorbente
Pittura al sughero termoisolante
e fonoassorbente
scopri su amazon

Quando utilizzare la vernice fonoassorbente

La vernice fonoassorbente si può utilizzare per dipingere le pareti interne di casa, con lo scopo di ridurre i rumori e migliorare l’isolamento termico. Queste pitture come abbiamo visto sono più dense e più spesse di quelle tradizionali e si applicano come una qualsiasi vernice ovvero con pennelli e rulli.

La pittura fonoassorbente riesce a smorzare tutti quei rumori di sottofondo che non superano i rumori prodotti dalla voce umana. Per rumori con intensità maggiore queste pitture non sono in grado di svolgere la loro funzione. Un esempio pratico di quando utilizzare questo tipo di pittura è per dipingere la camera da letto: potrai così guardare tranquillamente la tv anche di notte oppure parlare a telefono senza dare fastidio al tuo vicino.

Avvertenze per la posa della vernice

Come è facile intuire queste pitture si stendono normalmente con il pennello o il rullo ma essendo più dense delle altre richiedono maggiori accortezze quando si vuole dipingere una parete. 

  • Innanzitutto bisogna fare attenzione alle quantità, considerando che con 5 litri di prodotto si riusciranno a coprire circa 100 metri quadri di superficie;
  • i tempi di asciugatura sono molto più lunghi delle vernici classiche. Una volta stesa la vernice ci vogliono circa 16 ore per asciugarsi completamente;
  • la cosa migliore è attendere 32 ore prima di dare la seconda mano di pittura;
  • si può applicare su tutte le superfici, pareti e soffitti e su tutti i supporti: intonaco e cartongesso;
  • meglio procedere con tre mani di pittura assicurandosi che lo strato sia asciutto prima di continuare;
  • per una maggiore efficacia cerca di passare in modo omogeneo l’intera superficie della parete senza lasciare zone vuote.

Abbiamo detto che le vernici fonoassorbenti si possono applicare con pennelli o rulli, ma la soluzione ideale sarebbe quella di utilizzate uno spruzzatore a pressione. La pittura fonoassorbente infatti è molto densa e a lungo andare diventa difficoltoso se si utilizza il rullo, facendo continue immersioni nel secchio.  Con la pistola a pressione si riesce a fare un lavoro qualitativamente migliore accelerando anche i tempi.

pistola per vernice fonoassorbente
Pistola a spruzzo Black&Decker
scopri su amazon

Conclusioni

In questo articolo vi abbiamo parlato delle vernici insonorizzanti per interni.

Per le ragioni che abbiamo appena detto quindi la vernice fonoassorbente visivamente risulterà diversa dalla vernice “classica” e avrà un costo leggermente maggiore. Bisogna considerare anche che richiede maggiore materiale. Infine se decidi di isolare le pareti di casa con le vernici acustiche devi sapere che sono disponibili solo pochi colori e non c’è una scelta ampia come con le vernici normali.

Detto questo l’applicazione di queste vernici in più strati assieme ad altri stratagemmi come posizionare i mobili correttamente, mettere dei quadri o dei tappeti, utilizzare tende spesse, etc. aiutano certamente ad insonorizzare la casa e a ridurre i rumori di fondo.

LEGGI ANCHE:

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox