edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Pagamento stato avanzamento lavori privati (SAL): cos’è e come funziona

Indice

Quando vengono svolti dei lavori di ristrutturazione edilizia o di
nuova costruzione il pagamento in genere avviene in varie fasi, una parte
all’inizio, una parte secondo lo stato di avanzamento dei lavori e il saldo
alla fine. Vediamo quindi come avviene il
pagamento dello stato di avanzamento lavori.

stato avanzamento lavori
Pagamento SAL (foto di Obsahovka – Fonte: pixabay.com)

Cos’è il SAL (Stato Avanzamento Lavori)

Il SAL (Stato di Avanzamento Lavori) è un documento contabile che serve al
pagamento delle rate di acconto delle lavorazioni svolte e e di tutte
le somministrazioni eseguite in cantiere dall’inizio fino alla fine
dell’appalto, sia esso pubblico o privato. Normalmente con il SAL si allega
sempre una eventuale  copia dell’elenco nuovi prezzi con gli
estremi dell’approvazione da parte del Direttore dei Lavori. Se invece la
stazione appaltante possiede già l’elenco dei nuovi prezzi, il Direttore dei
Lavori dovrà indicarlo negli estremi del SAL. Lo
stato di avanzamento dei lavori è anche necessario nel caso si voglia
accedere al Superbonus in corso d’opera.

A cosa serve il SAL in cantiere

Come abbiamo potuto vedere il SAL è un documento contabile molto
importante al fine della corretta esecuzione e procedura di un cantiere edile
o di un appalto. Per approfondire leggi il decreto sulla
direzione dei lavori (dm 49/2018).
Si tratta di atti tecnico-amministrativi effettuati

Fra i vari compiti del Direttore dei Lavori vi è quello di controllare
la spesa riferita all’esecuzione dell’opera o dei lavori eseguiti e lo fa
attraverso la compilazione precisa ed accurata dei documenti contabili fra cui
lo Stato di Avanzamento dei Lavori. Di fatto tutti i documenti contabili
compilati dal Direttore dei Lavori, compreso appunto il SAL, sono
atti pubblici a tutti gli effetti di legge e permettono la
registrazione e l’accertamento dei fatti producenti spesa.

Come funziona il SAL

Lo Stato di Avanzamento dei Lavori permette di
classificare e misurare tutte le lavorazioni eseguite dall’inizio alla
fine, e trasferire sul registro di contabilità le operazioni svolte per
accertare e definire il progredire della spesa. In questo modi si riesce ad
avere sempre sotto controllo la spesa per capire se e quanto si sfora rispetto
al budget previsto ed evitare incomprensioni alla fine del
cantiere.

Con il SAL si accertano i fatti che producono una spesa e  per il
principio costante della progressione della spesa l’accertamento dei
fatti deve essere fatto contemporaneamente al loro accadere. In  poche
parole appena i fatti si svolgono devono subito essere registrati e
catalogati.

Il SAL (Stato Avanzamento Lavori) deve indicare il corrispettivo maturato, gli
acconti già corrisposti e l’ammontare dell’acconto da corrispondere ricavato
dalla differenza tra il corrispettivo maturato e gli acconti già pagati.

Quali sono gli altri documenti contabili

I documenti contabili sono atti tecnico-amministrativi effettuati dall’ufficio
di direzione dei lavori per accertare e registrare i fatti producenti spesa.
Oltre al già citato SAL (Stato Avanzamento Lavori) gli altri documenti
contabili sono:

  • giornale dei lavori;
  • libretto delle misure delle lavorazioni e delle provviste;
  • registro di contabilità e relativo sommario;
  • certificato di pagamento (emesso dal RUP);
  • conto finale dei lavori.

Com’è fatto il SAL

Il SAL (Stato Avanzamento Lavori) è ricavato dal
registro di contabilità ed è composto dai seguenti elementi: un
frontespizio, un interno, un cronoprogramma, un
computo metrico estimativo aggiornato alla data che viene scritto.

Nello specifico nel frontespizio vengono inseriti i dati che servono
a definire e riassumere il programma e l’andamento dei lavori indicando:

  • lavori in corso di esecuzione,
  • impresa esecutrice,
  • ordine progressivo dello stato di avanzamento,
  • data cui si riferisce l’avanzamento dei lavori,
  • dati del contratto con estremi di approvazione e registrazione.

Normalmente questi dati vengono riportati su due colonne: in quella di
sinistra si segnalano i tempi di consegna e di scadenza, ovvero vengono
riportate le informazioni relative ai tempi dei lavori svolti, nell’altra
colonna invece vengono inseriti le segnalazioni e gli importi di progetto e
eventuali variazioni autorizzate al fine di capire se si sfora rispetto alle
disponibilità finanziarie.

L’interno del SAL invece è formato da un modello con colonne che
contengono le seguent informazioni:

  • il numero d’ordine di inserimento della voce,
  • il codice identificativo (codice di tariffa),
  • la descrizione della lavorazione e/o del Corpo d’opera,
  • la quantità complessiva eseguita fino alla data di redazione del
    documento,
  • il prezzo unitario con cui la lavorazione o il corpo d’opera è stato
    applatato,
  • l’importo complessivo raggiunto a credito dell’esecutore per l’avanzamento
    di ogni singola lavorazione o corpo d’opera.

Come avviene il pagamento Stato Avanzamento Lavori

Normalmente negli appalti pubblici ma anche in quelli privati i pagamenti da
effettuare a saldo sono strettamente legati e vicnolati al
cronoprogramma
e al SAL (Stato Avanzamento Lavori) che non possono avere una data
successiva ai certificati di pagamento.

Uno dei compiti del Direttore dei Lavori è proprio quello di
accertare e registrare i fatti che producono spesa nel momento in cui
avvengono, al fine di:

  • controllare lo sviluppo dei lavori eseguiti e nel caso impartire
    con tempestività le disposizioni per l’esecuzione entro il limite di tempo
    delle somme autorizzate;
  • rilasciare gli stati di avanzamento dei lavori entro i tempi
    fissati nei documenti di gara e nel contratto per emettere poi i
    certificati per il pagamento degli acconti da parte del RUP.

Secondo l’art. 14 comma 1 lettera d del dm 49/2018 (decreto linee guida direzione lavori) il SAL deve essere rilasciato secondo i termini e le modalità precisate
nella documentazione di gara e nel contratto di appalto per pagare una rata
di acconto.

In tal senso il Direttore dei Lavori invia il SAL al RUP (Responsabile Unico del Procedimento) che emette il certificato di pagamento. Una volta che il RUP ha
verificato la regolarità contributiva  dell’esecutore, invia il
certifcato di pagamento alla stazione appaltante  per l’emissione del
mandato di pagamento. Tale certificato di pagamento emesso dal RUP viene
annotato nel registro di contabilità.

LEGGI ANCHE:

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox