edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Pavimenti in microcemento: cosa sono, vantaggi e svantaggi

Indice

Il microcemento è molto apprezzato nelle ristrutturazioni e nelle
opere di architettura moderna per il suo alto valore estetico. Il
microcemento è un rivestimento a base cementizia di pochi millimetri
di spessore, che imita lo stesso effetto materico del calcestruzzo a vista,
ideale per loft e appartamenti moderni. Sono molte le qualità di questo
pavimento ma anche qualche svantaggio; vediamoli assieme.

pavimenti in microcemento
Pavimento e pareti in microcemento (immagine di 4787421 – Fonte:
pixabay.com)

Cos’è il microcemento

Il microcemento è un particolare tipo di rivestimento innovativo per
pareti e pavimenti, a base cementizia, che riprende fedelmente l’aspetto
visivo e tattile delle superfici in calcestruzzo a vista. Il microcemento è
ideale per arredare case in stile moderno, ma anche ad esempio uffici
oppure edifici pubblici. Una sua applicazione ideale è nelle
ristrutturazioni: infatti il microcemento è un rivestimento che ha uno spessore di tre millimetri e si può applicare ovunque, sopra qualsiasi tipo di superficie.

La sua applicazione principale è per realizzare i
pavimenti in microcemento
, ma esso può essere applicato anche sulle pareti e sui soffitti. Il
microcemento è ideale anche per rivestire questi locali come la cucina o il
bagno dove è forte la presenza di umidità, dando un tocco elegante e
di tendenza, o per pavimentazioni esterne. Un’altra caratteristica
importante dei pavimenti in microcemento è il fatto che non presentano fughe
e conserva un effetto monolitico.

Pavimenti in microcemento: Vantaggi

Il microcemento quindi è un rivestimento che si può applicare principalmente
ai pavimenti, ma anche a pareti e soffitti e consente di trasformare
completamente un locale esistente. Matericità, eleganza e stile sono
i punti di forza di questo rivestimento formidabile che assomiglia
esteticamente al calcestruzzo a vista.

Vediamo ora un elenco dei principali vantaggi, che indicano i
motivi per cui scegliere una pavimento in microcemento:

  • la posa avviene in maniera rapida e con costi ridotti;
  • ideale per le ristrutturazioni e la posa su pavimenti esistenti per
    cambiare look alla stanza;
  • ha uno spessore ridotto di soli 3 mm e se posato su un pavimento esistente
    non necessita si opere murarie per le porte;
  • può essere applicato sopra qualsiasi tipo di superficie e va bene sia per
    pavimenti interni ed esterni;
  • è immune da agenti chimici e non teme l’acqua e l’umidità diventando la
    soluzione ideale per bagni e cucine;
  • permette di avere superfici continue senza fughe;
  • è molto resistente all’usura ed è facile da pulire;
  • dona un particolare effetto materico alla stanza ed è possibile
    personalizzare l’effetto desiderato con varie gamme di tonalità e
    lavorazioni superficiali.

Pavimenti in microcemento: Svantaggi

Come in tutte le cose normalmente non ci sono solamente aspetti positivi ma
prima di scegliere una cosa o un prodotto bisogna sempre valutare bene sia i
pro ma anche i contro. In realtà per quanto riguarda i
pavimenti in microcemento
analizzando meglio notiamo che i vantaggi sono sicuramente maggiori rispetto
alle cose meno positive.

Tra i contro possiamo dire che:

  • per la sua natura e particolarità la posa del microcemento necessita
    obbligatoriamente dell’opera di ditte specializzate e personale esperto e
    quindi non si può applicare con il “fai da te”;
  • per quanto riguarda la resistenza ha dei limiti: se da un lato gli si può
    annoverare una buona resistenza all’usura in certi contesti dove è
    richiesta un’elevata resistenza (ambiti industriali, etc.) è meglio
    scegliere altre opzioni più pratiche meno costose;
  • è abbastanza improbabile ma se per caso dovesse rovinarsi o scheggiarsi a
    causa ad esempio della caduta di un oggetto, non si può rattoppare ma è
    necessario ripassare l’intera superficie.

Microcemento: applicazioni su pareti, pavimenti, bagni

Ecco un video Youtube che mostra come viene posato un rivestimento in
microcemento:

Differenze tra pavimenti in microcemento e resina

I pavimenti in microcemento e i pavimenti in resina all’apparenza sembrano
molto simili; entrambi infatti rientrano nella categoria dei
pavimenti senza fughe e con una superficie continua. Questo
permette intanto di avere una resa estetica migliore e poi è più
elegante e facile da pulire. In realtà sebbene rientrino nella stessa
categoria questi due rivestimenti per superfici sono ben diversi tra
loro.

Il pavimento in resina è un rivestimento a base epossidica,
realizzato cioè con polimeri termoindurenti, che con il tempo tende a
rovinarsi e a ingiallire. Inoltre con la resina si ottiene un effetto lucido
e plastico che anche questo non dura per sempre e la resistenza all’usura
non è elevata. Questo rivestimento si ottiene con resine autolivellanti che
vengono colate fino al loro indurimento.

I pavimenti in microcemento invece, come abbiamo già visto, sono
pavimento realizzato con un film di 2-3 millimetri ed è a base cementizia. A
differenza della resina, il microcemento consente di avere un effetto
sicuramente più naturale e materico. Il microcemento inoltre si può
applicare su pavimenti, pareti, soffitti, ma anche su arredi, cucine, etc.
mentre la resina si applica solo ai pavimenti.

Conclusioni

Abbiamo visto quindi cos’è il microcemento, quali sono le sue
applicazioni e analizzato i vari vantaggi e svantaggi di questa particolare
soluzione. Di sicuro come tipo di rivestimento per pavimenti è meno
economico di altri materiali ma di sicuro l’effetto e la resa estetica è
davvero alta. Il microcemento infatti è la soluzione migliore per abitazioni
arredate in stile moderno, dando risalto alla matericità e alle forme pure.

Nel valutare se utilizzare il microcemento per pavimenti e pareti
quindi bisogna guardare i pro e i contro, considerare poi il contento nel
quale verrà applicato, valutare i costi al mq, e capire le esigenze
estetiche che si vogliono ottenere. Se avete bisogno di ottenere dei
preventivi gratuiti potete cliccare sul pulsante qui sotto per
richiedere fino a otto preventivi.

preventivo gratuito

LEGGI ANCHE:

Microcemento: cos’è e dove viene usato

Meglio rivestimento in microcemento, resina o piastrelle?

Microtopping: cos’è e quali sono le sue principali caratteristiche

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox