edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Qual è il grattacielo più piccolo del mondo?

Indice

I grattacieli sono edifici adibiti ad abitazioni, uffici e negozi che sono nati verso la fine dell’800 negli Stati Uniti. Sempre più negli ultimi anni c’è stata una corsa su chi riesce a costruire il grattacielo più alto. Attualmente il record mondiale lo detiene in Burj Khalifa con i suoi 830 metri di altezza. Qual è invece il grattacielo più piccolo del mondo?

grattacielo più piccolo del mondo
Newby-McMahon Building, il grattacielo più piccolo del mondo
(foto
di Joseph – Fonte: flickr.com)

Il grattacielo più piccolo del mondo

All’angolo tra le strade Seventh e La Salle Street al 701 La Salle nel centro
di Wichita Falls si trova il
grattacielo più piccolo del mondo, progettato dall’architetto Michael Beards, conosciuto con il nome di
Newby McMahon Building. E’ un edificio costruito nel 1919 in
mattoni rossi

e pietra scolpita alto appena 12 metri. Si tratta di un edificio a base
rattangolare in stile neoclassico (Newby Building), dove a finaco è
stata costruita una piccola torre (Mahon Building) con una superficie di circa
10 mq (3,70 m x 2,70 m) dove si trovano quattro piani di uffici. Il 25% della
superficie calpestabile interna è occupata dalle scale interne che sono
strette e ripide. Oggi questo simpatico edifico è di fatto diventato
un’attrazione turistica per chi si reca da quelle parti. Fa sorridere appunto
paragonare questo edificio con i suoi “parenti” ben più alti sparsi nelle
metropoli di tutto il mondo.

La storia dietro al Newby McMahon Building

Nel 1912 fu trovato un pozzo di petrolio nelle vicinanze della città di Wichita Falls in Texas e questo attirò molti coloni che vollero trasferirsi in città. Si stima che furono circa 20.000 i nuovi coloni che si trasferirono e molti di essi si arricchirono improvvisamente. Vista l’esigenza di contrattare gli scambi azionari del petrolio e contrattare i diritti minerari, oltre alle abitazioni si aveva la necessità urgente di costruire un edifico per uffici.

Fu così che l’architetto Michael Beards e l’ingegnere J.D. McMahon proposero di costruire un edificio alto 480 piedi (circa 146 metri) chiedendo come compenso 200.000 dollari (equivalenti a 2,9 milioni di dollari nel 2020).

Una volta terminato l’edificio però invece di essere alto 146 metri era alto solamente 12 metri. Questo è avvenuto perchè l’ingegnere ha sbagliato a fare i
calcoli e invece di indicare nei disegni di progetto l’altezza in piedi ha messo come unità di misura i pollici. Sia i costruttori che i clienti non hanno fatto caso a questa “piccola svista” e il risultato fu quello che vediamo ancora oggi.

Sembra quasi una barzelletta ma è tutto vero. Gli investitori, incavolati neri, hanno tentato attraverso cause in tribunale di ricevere i loro soldi indietro o quantomeno essere risarciti ma invano.

Inizialmente anche gli abitanti del luogo non vedevano di buon occhio questo
edificio fino agli anni ’20 quando il Newby McMahon Building riscosse molto successo anche grazie alla pubblicazione di “Ripley’s Believe It or Not!” di Robert Ripley che lo definì “il più piccolo grattacielo al mondo” definizione che viene usata ancora oggi.

Newby McMahon Building
Newby McMahon Building
(foto di Mark Wyatt – Fonte: flickr.com)

La costruzione e le battaglie legali

Questa faccenda successa più di cento anni fa in America fa sorridere perchè è
talmente assurda da non sembrare nemmeno vera. Quella del Newby McMahon
Building, chiamato da allora il grattacielo più piccolo del mondo, è stata la truffa del secolo.

Come dicevamo prima, l’ingegnere McMahon chiese un compenso di 200.000 dollari (equivalenti a 2,9 milioni di dollari nel 2020) per realizzare l’opera. Tutti i sei investitori furono molto felici di intraprendere e fare questo investimento ma quando si accorsero della truffa fecero immediatamente ricorso per avere indietro i soldi spesi.

Tutti i tentativi, però, furono vani. L’ingegnere McMahon si è sempre difeso sostenendo che non era colpa sua e una volta terminata l’opera scappò via con il malloppo lasciando per sempre Wichita Falls e probabilmente anche il Texas. Una storia davvero incredibile ideale quasi per sceneggiare un film.

Pochi anni più tardi il boom economico del petrolio terminò con la Grande crisi del 1929 che colpì tutto il paese compreso il Texas. Nel 1929 l’edificio venne abbandonato e nel 1931 fu distrutto da un incendio che lo rese inutilizzabile per vari anni. Finita la grande depressione del ’29 il Newby McMahon Building fu risistemato e cominciò ad ospitare di nuovo negozi e abitazioni.

Più volte fu deciso anche di abbatterlo ma i residenti della città si opposero. Nel 1986 la città di Wichita Falls ha ceduto il grattacielo più piccolo del mondo alla
Wichita County Heritage Society (WCHS) per restaurarlo e farlo diventare una parte vitale del Depot Square Historic District.

La fase di ristrutturazione

Abbiamo visto la storia e le vicende che hanno caratterizzato la nascita e lo
sviluppo del Newby McMahon Building, chiamato anche
il grattacielo più piccolo del mondo. Nel 2000 il consiglio comunale
contattò lo studio di architettura locale di Bundy, Young, Sims &
Potter per intervenire con opere di manutenzione straordinaria visto che il
WCHS non era in grado di sostenere le spese. Dopo l’intervento il titolare
dello studio di architettura decise di acquistare l’edificio in collaborazione
con un’azienda locale, la Marvin Groves Electric. 

Fu così che nel Dicembre del 2000 il comune della
città di Wichita deliberò la vendita dell’edificio dalla WCHS al nuovo
proprietario. Nel 2003 una tempesta si abbattè sulla zona e sulla città di
Wichita Falls danneggiando in parte la struttura di mattoni. Il danno fu
riparato quasi subito ma il restauro completo del Newby McMahon
Building avvenne solamente nel 2005 per un costo totale di circa 254.000
dollari (circa 340.000 dollari nel 2020): di questa cifra 25.000 dollari
(circa 33.000 dollari nel 2020) furono finanziati dalla città di Wichita
attraverso il fondo ricavato dalle tasse da investire per il restauro della
città. La restante parte fu messa dai nuovi proprietari.

Conclusione

Il Newby McMahon Building, ovvero
il grattacielo più piccolo del mondo,

ha avuto una storia travagliata quanto bizzarra resistendo negli anni a
incendi, uragani e anni di abbandono. Nonostante tutto è sopravvissuto agli
eventi ed oggi è diventato a tutti gli effetti un’attrazione turistica del
Texas. Il Newby McMahon Building fa parte del
distretto storico di Depot Square di Wichita Falls ed è entrato di
merito nel registro nazionale dei luoghi storici da visitare. Una bella
rivincita dopo tutto quello che ha dovuto subire.

Nel 2006 Barry Levy, un funzionario dell’informazione pubblica della città di
Wichita Falls, realizzò il film documentario
“Wichita Falls: The Future of Our Past” per fare un’analisi storica dei
vari edifici storici della città: in questo film compare anche il
Newby McMahon Building, ovvero il grattacielo più piccolo del mondo.

LEGGI ANCHE:

 

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox