edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Schiuma poliuretanica: come si usa

Indice

Se sei un amante del “fai da te” e del bricolage allora conosci sicuramente la schiuma poliuretanica, formidabile alleato in svariate opere di ristrutturazione, fai da te, ecc.

Scopriamo in questo articolo quando utilizzare la schiuma poliuretanica, le caratteristiche e le tipologie.

schiuma-poliuretanica
Schiuma poliuretanica (foto di Associazione Scuole
Tecniche San Carlo – Fonte: https://www.flickr.com)
 

Quando si usa la schiuma poliuretanica

La schiuma poliuretanica è un ottimo alleato del “fai da te”.

Viene usata in molteplici occasioni, come quando è necessario riempire cavità, bloccare parti diverse tra loro, isolare tubazioni, eliminare gli spifferi, oppure coibentare i cassonetti delle tapparelle.

Un utilizzo molto frequente riguarda il fissaggio degli stipiti in legno delle porte oppure il riempimento dei buchi durante le operazioni di montaggio delle finestre e dei serramenti.

La schiuma poliuretanica è davvero facile da utilizzare anche per i meno esperti, è a presa rapida e anche economica.

La sua caratteristica è quella di gonfiarsi aumentando di volume (come la panna montata). Dopo un paio di ore dalla sua applicazione, si indurisce acquisendo un caratteristico colore giallastro. Per eliminare gli eccessi basta usare semplicemente un taglierino.

Questo materiale infatti è leggerissimo e ha capacità di isolare termicamente e acusticamente.
 
 
Grazie appunto alla sua capacità isolante la schiuma poliuretanica è adatta anche per il fissaggio e isolamento di tubi dell’acqua oppure per bloccare i tubi corrugati dell’impianto elettrico all’interno delle scanalature del muro (opere murarie).
 

Infine viene anche utilizzata per fissare coppi e tegole durante la realizzazione di una copertura a falde.

Come si utilizza

La schiuma poliuretanica è davvero facile da usare. Viene venduta in comode bombolette spray e una cannuccia flessibile in modo da poterla applicare ovunque, anche nei posto più difficili da raggiungere e nelle cavità più nascoste.

Per prima cosa prima di spruzzare la schiuma bisogna bagnare le parti dove andremo ad applicarla con uno spruzzino in modo da migliorare la presa e l’indurimento della schiuma.
 
Fatto questo, basterà prendere la bomboletta e spruzzare con il tubicino flessibile oppure con l’apposita pistola sulla fessura o sulle zone che dobbiamo riempire e isolare, avendo l’accortezza di agire in maniera continuativa e senza fare pause. In questo modo, la schiuma viene stesa e si indurisce nello stesso arco temporale, evitando che, mentre in una zona si è indurita, in un’altra sia ancora allo stato liquido.
 
Man mano che la spruzzate vedrete come riempie ogni buco fino a fuoriuscire; cercate di prendere mano e farne uscire il meno possibile in modo da non sprecarla.
 

A lavoro ultimato, aspettate circa un paio d’ore e la schiuma sarà indurita a sufficienza e procedete a rimuovere le parti in eccesso semplicemente con un taglierino.

A cosa bisogna stare attenti

Quando ci accingiamo ad eseguire lavori utilizzando questo materiale è bene seguire alcuni accorgimenti.

Ad esempio, è meglio utilizzare vestiti vecchi oppure una tuta da lavoro e dei guanti perchè potrebbe saltare qualche schizzo e rovinarci i vestiti.

Inoltre, essendo un prodotto chimico, può rilasciare sostanze nocive nell’aria e provocare reazioni allergiche. Perciò è utile utilizzare guanti, mascherina e occhiali protettivi e se la usiamo in luoghi chiusi aprire le finestre per far circolare l’aria. Infine, cosa importantissima, la schiuma poliuretanica all’interno della bomboletta è contenuta in forma pressurizzata utilizzando gas infiammabile quindi è bene tenerla lontano da fonti di calore eccessive.

Una delle migliori schiume poliuretaniche in commercio

Caratteristiche e tipologie

La caratteristica principale di questo materiale è quella di aumentare di circa 3 volte il volume e di solidificarsi, pesare poco, avere proprietà isolanti e riempitive e permettere una certa lavorabilità una volta che è indurita.
 
In commercio, però, esistono tre tipologie di schiuma poliuretanica con funzioni diverse:
 
  • Quella ignifuga: viene utilizzata dove è necessario avere un certo grado di protezione contro le fiamme e il fuoco e tutelarsi in caso di incendio (ad esempio per fissare i tubi delle stufe con la canna fumaria oppure per sigillare le porte antincendio). Questa è scarsamente infiammabile perché è a base di resina melamminica e se entra in contatto con le fiamme non si scioglie né gocciola, ma tende a carbonizzarsi;
  • Quella isolantetutte le schiume poliuretaniche hanno capacità isolanti ma alcuni tipi sono indicate proprio per questo genere di utilizzo. Questa schiuma ha un potere insonorizzante di circa 59 dB ed è adatta per esempio per fissare ed isolare i tubi dell’acqua;
  • Quella impermeabile: è ideale per la posa dei rivestimenti oppure per gli utilizzi in copertura.

Quanto costa

La schiuma poliuretanica è davvero molto economica.

Si trova nei negozi di bricolage e una bomboletta costa tra i 10 e i 20 €. Per schiume particolari con caratteristiche particolari i prezzi possono lievitare leggermente ma comunque pur sempre accessibili a tutti.

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
5 1 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox