edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Umidità dal pavimento: cosa fare?

Indice

L’umidità dal pavimento, con la successiva generazione di condensa, è un problema serio soprattutto nelle case più vecchie.

Vediamo cosa fare per risolvere il problema dell’umidità dal pavimento.

umidità dal pavimento
Foto di congerdesign – Fonte: https://pixabay.com

Umidità dal pavimento: qual è la causa del problema

Il problema dell’umidità dal pavimento può presentarsi soprattutto quando la nostra casa si trova al  piano terra al contatto con il terreno, oppure quando non è stato opportunamente isolato il solaio, oppure quando è stata messa male o non è stata messa la membrana di protezione.

Per parlare in termini più tecnici, il problema della condensa sul pavimento nasce nel caso in cui la composizione del pavimento determini in uno o più strati la presenza di una pressione parziale di vapore  superiore alla pressione di saturazione.

Se le guaine sono state fatte male e non c’è un adeguato vespaio si forma umidità e condensa rovinando il pavimento e non solo. Spesso poi l’umidità non coinvolge solo il pavimento ma anche le murature salendo fino al solaio. Se in casa si presenta umidità dal pavimento è molto importante comprendere le cause di questo fenomeno, in modo da poter individuare poi le soluzioni più efficaci per porre rimedio e limitare i danni.

Quali tipologie di condensa riguardano il pavimento

La condensa è un fenomeno naturale collegato all’evaporazione dell’acqua presente nell’aria. A temperature elevate, l’aria assorbe il vapore acqueo fino alla saturazione e aumenta il suo volume. Raffreddandosi, l’aria espelle il vapore che, a contatto con una superficie più fredda, si condensa trasformandosi in gocce d’acqua. Il motivo per cui la condensa appare dipende dal fatto che superfici fredde (solaio, strutture, infissi, ecc.) hanno una temperatura più bassa rispetto a quella della stanza.Esistono diversi tipi di umidità:

  1. umidità da infiltrazione: è dovuta all’acqua proveniente dagli strati superficiali del terreno che riesce a infiltrarsi attraverso le pareti dei pian interrati;
  2. umidità ascendente dal suolo: è quella che risale per capillarità attraverso le porosità della muratura in elevazione, partendo dagli strati del terreno a contatto con la fondazione;
  3. umidità di condensazione: si forma a causa della condensazione del vapore acqueo all’interno delle pareti e del pavimento.

 

Conseguenze dell’umidità sul pavimento

L‘umidità dal pavimento o dalle pareti è molto pericolosa e può provocare molti danni se non si interviene subito. I principali danni sono tre:

  1. Danni igienici. da sempre un ambiente umido è sinonimo di ambiente malsano. Se c’è presenza di umidità dal pavimento o pareti umide può dar luogo a situazioni igienico-ambientali nocive per le persone che vivono o lavorano.
  2. Danni strutturali. La presenza di umidità dal pavimento e dalle murature può anche compromettere, in casi estremi, la struttura stessa dell’edificio. Il degrado inizia con lo sfarinamento delle pitture, per poi passare allo sgretolamento dell’intonaco e quindi alla disintegrazione del mattone o della pietra o peggio può intaccare anche la struttura in cemento armato.
  3. Danni estetici. Non da sottovalutare anche l’aspetto estetico di pavimenti e murature dovute alla presenza di umidità.

Come individuare il problema

Di solito la presenza di umidità nel pavimento è denunciata da alterazioni superficiali delle pareti e del pavimento, che consentono di risalire alle cause che l’hanno generata e, di conseguenza, di identificare i possibili rimedi. Il semplice controllo visivo può però non essere sufficiente e, in qualche caso, può addirittura indurre in errore.

E’ dunque necessario effettuare, in tutti i casi dubbi, precise indagini accompagnate da misure dello stato igrometrico dell’aria e del contenuto di acqua delle pareti e del pavimento.Le alterazioni superficiali possono essere le seguenti:

  • macchie persistenti su pareti a partire dal pavimento del piano terra;
  • velatura leggera di tutta la superficie delle pareti, in tutti i piani degli edifici;
  • efflorescenze di sale disposte a cordone e a macchia;
  • formazione di muffe;
  • formazione di funghi domestici;
  • erosione dell’intonaco nella parte centrale o alta delle pareti;
  • erosione leggera dell’intonaco nella parte bassa della parete, appena sopra il piano del pavimento.

Come intervenire nel caso di umidità da infiltrazione

L’umidità da infiltrazione nella maggior parte dei casi dal difettoso funzionamento dei sistemi di smaltimento dell’acqua piovana. Il modo più semplice per risolvere il problema dell’umidità causata  da acque superficiali è quello di intercettarle prima che vengano a contatto con le parti interrate dell’edificio.

Le tecniche di risanamento più comuni sono:

  • creazione di un sistema di drenaggio;
  • creazione di un’intercapedine esterna;
  • impermeabilizzazione esterna della parete controterra.

Se l’umidità sul pavimento è ascendente

Il risanamento dovuto al fenomeno dell‘umidità ascendente è realizzabile con soluzioni tecniche diverse e con interventi che impegnano le murature in modo più o meno cruento con lo scopo di fermare la risalita dell’acqua come:

  • creazione di barriere alla risalita dell’acqua;
  • impiego di metodi chimico-fisici;
  • contropareti interne;
  • impiego di intonaci evaporanti;
  • trattamento a base di cementi osmotici.

Se l’umidità è da condensazione

Infine l’umidità di condensazione si genera quando il vapore acqueo, attraversando le pareti o il pavimento dall’interno verso l’esterno, incontra uno strato a bassa temperatura tale da provocare la sua condensazione in acqua.

Si tratta di un fenomeno che è diventato molto più frequente di una volta  a causa del maggior impiego dei materiali isolanti e soprattutto di soluzioni costruttive non sempre adeguate alle situazioni ambientali.I rimedi contro l’umidità da condensazione sono essenzialmente di due tipi:

  1. allontanare l’eccesso di vapore dall’interno degli ambienti mediante adeguati impianti di esalazione o di ventilazione;
  2. impedire la formazione della condensa mediante l’inserimento di una barriera al vapore, che arresta la migrazione del vapore attraverso il pavimento o la parete.

Interventi da fare in caso di ristrutturazione o nuova costruzione

Per risolvere a monte ed evitare la formazione di condensa e umidità su pareti e pavimenti possiamo intervenire preventivamente.
 
In commercio esistono intonaci macroporosi fibrorinforzati (da interno e da esterno) per strutture interessate da risalita capillare ed efflorescenze.
 
Caratterizzato da macroporosità omogenea, basso assorbimento d’acqua e compatibilità chimico-fisica con supporti e malte antiche, il meccanismo di evaporazione è dovuto alla notevole superficie di macropori ottenuto con l’impiego di particolari additivi e inerti speciali. Questa condizione aerante permette all’intonaco di far evaporare l’acqua dovuta all’umidità di risalita capillare con una velocità maggiore rispetto alla velocità di umidificazione senza fenomeni di degrado causati da efflorescenze saline.
 
Un altro sistema per contrastare la formazione di umidità sul pavimento è quello di realizzare vespai aerati per solai controterra realizzati mediante casseri a perdere in polipropilene riciclato adatto alla realizzazione di vespai sia nelle nuove costruzioni sia nelle ristrutturazioni.
 
Con questo sistema inoltre, mediante appositi fori di aereazione, è possibile ridurre la concentrazione di gas Radon proveniente dal terreno e il passaggio di impianti. Caratterizzato da una posa facile e rapida, questi casseri sono adatti anche in costruzioni in zona sismica.
Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Buona sera avendo una casa in montagna e ristrutturata ogni volta che si sale nel periodo freddo e quindi accendiamo riscaldamento stufa pellet e termosifoni quasi su tutto il perimetro della casa piano terra si forma condensa abbondante solo sul pavimento e soprattutto sotto i letti sotto i mobili armadi comodini anche se rialzati non si fa altro che asciugare come possiamo ovviare questo sgradevole problema permettendo che soprattutto nelle camere e stato fatto controsoffitto e anche le pareti esterne sono stati fatti cappotti interni grazie

Giovanni Breda
1 anno fa

Buongiorno, l'abitazione si trova al piano terra o comunque a contatto con il terreno? Probabilmente il problema viene dal solaio a terra e dalle fondazioni o molto probabilmente vi sono dei ponti termici. Altra cosa potrebbe essere che le contropareti e i controsoffitti sono stati posati male e che ci siano dei serramenti vecchi senza vetrocamera. Ad ogni modo il consiglio che le posso dare è di aprire un pò le finestre per far circolare l'aria o comunque acquistare un deumidificatore per togliere l'umidità prima di accendere il riscaldamento.

accordo quadro
Appalti
Manuel Binotto

Accordo quadro e convenzione

Gli accordi quadro e le convenzioni sono strumenti fondamentali negli appalti pubblici, utilizzati per semplificare e ottimizzare le procedure di approvvigionamento di beni e servizi.

Leggi Tutto »
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Articoli Recenti
2
0
Puoi lasciare un tuo commentox