edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Vetri autopulenti: cosa sono e come funzionano

Indice

Uno dei materiali più interessanti con cui realizzare serramenti e vetrate strutturali di edifici piuttosto grandi è certamente il vetro autopulente.

In questo articolo, vediamo come funzionano, quali sono i vantaggi (come se ce ne fosse bisogno!) e quanto costano.

vetri autopulenti
Pulizia dei vetri di un palazzo con metodo tradizionale
(foto di
Candid_Shots – Fonte: pixabay.com)

Cosa sono i vetri autopulenti

I vetri autopulenti sono un tipo particolare di vetro in grado di pulirsi autonomamente e quindi senza l’intervento diretto dell’uomo.

Questo tipo di vetro ha rivoluzionato la pulizia delle mega superfici vetrate di certi edifici sparsi in tutto il mondo. Basti pensare ad esempio ai grattacieli, alle stazioni, aeroporti e tutte quelle situazioni in cui ci sarebbe bisogno di contattare una ditta specializzata per eseguire i lavori in quota in sicurezza.

>>> Scopri il mondo dell’edilizia acrobatica!

Il vetro autopulente esiste da pochi anni ed è un brevetto registrato dall’ENEA e dal CNR di Faenza ed è ispirato alle foglie del fior di loto.

In pratica, si va a creare un sottile film ceramico sulla superficie vetrata che
impedisce all’acqua di accumularsi. Il vetro autopulente è anche in grado di condurre l’elettricità e riflettere il calore.

Come funzionano

I vetri autopulenti sono in grado di pulirsi da soli e il segreto sta proprio in questa
pellicola dello spessore di poche decine di nanometri.

I ricercatori che hanno brevettato i vetri autopulenti si sono ispirati appunto alle foglie di Loto perchè sono perfettamente idrorepellenti e quindi in grado di far scivolare via l’acqua.

Oggi grazie ai vetri autopulenti, gli ingenti costi di pulizia delle vetrate possono non essere più messi in budget.

A darci la soluzione ai nostri problemi è, ancora una volta, madre natura. In effetti, molte invenzioni e scoperte scientifiche e tecnologiche derivano proprio dallo studio di piante e animali.

Vantaggi dei vetri autopulenti

Come è possibile immaginare, sono diversi i vantaggi nell’utilizzare i vetri autopulenti per rivestire le facciate degli edifici:

  • si puliscono da soli e non hanno bisogno di intervento umano;
  • il vetro non si sporca ed è protetto dall’ossidazione;
  • non si accumula l’acqua e non si forma il ghiaccio;
  • vengono ridotti i costi di gestione;
  • possono essere utilizzati in vari campi: edilizia-architettura, settore
    navale e aeronautico;
  • consentono una buona visibilità;
  • evitano la formazione di condensa e impediscono l’appannamento;
  • eliminano l’utilizzo di detergenti vari e prodotti potenzialmente nocivi per
    l’ambiente.

Dove vengono utilizzati

Essi funzionano grazie al trattamento fotocatalitico e idrofilo in cui i raggi solari sono in grado di eliminare e decomporre i depositi di sporco sulla superficie,
rendendola idrofila, per poi essere lavati via dalla pioggia.

Come abbiamo già detto l’applicazione principale e più naturale di questa
tipologia di vetro sono il rivestimento di facciate e grandi superfici vetrate degli edifici, ovvero l’involucro edilizio.

>>>Cosa si intende con involucro edilizio?

Ma il vetro autopulente può essere benissimo utilizzato anche per ben più modeste superfici come ad esempio per verande, parapetti in vetro, lucernari, cabine doccia, velux, e per tutti quei casi in cui esiste una superficie vetrata esposta agli agenti atmosferici e (per posizione o altezza) difficili da pulire.

Quanto costano

Il vetro autopulente è una soluzione innovativa che sta guadagnando sempre più popolarità nel mondo dell’edilizia e dell’architettura. Questo tipo di vetro è in grado di mantenere la sua trasparenza e la sua luminosità a lungo termine, grazie alla capacità di autolavaggio che gli permette di rimuovere sporco, polvere e altre impurità accumulatesi sulla sua superficie.

Ma quanto costa? In realtà, il prezzo può variare notevolmente in base a diversi fattori, tra cui la dimensione del pannello, lo spessore del vetro, il tipo di finitura e il produttore.

In generale, è più costoso del vetro tradizionale. Tuttavia, il suo costo può essere giustificato dal fatto che richiede meno manutenzione e pulizia rispetto al vetro normale, il che può tradursi in un risparmio a lungo termine sui costi di manutenzione.

Inoltre, è importante notare che il vetro autopulente può essere utilizzato in molte applicazioni diverse, come finestre, porte, pareti divisorie e persino rivestimenti per edifici. Ciò significa che il costo del vetro autopulente dipenderà anche dall’applicazione specifica per cui viene utilizzato.

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox