edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Differenza tra torre e grattacielo: sinonimi o ci sono delle differenze?

Indice

Gli edifici che superano una certa altezza spesso vengono chiamati tutti
grattacieli ma in realtà a volte si sente anche parlare di torre.
Chiamare un edificio alto torre o grattacielo è la stessa cosa o ci
sono delle differenze? E se si quali sono? Scopriamolo assieme.

grattacielo-New York-architettura
Il One World Trade Center a New York (foto di jplenio – Fonte:
pixabay.com)

Grattacieli: storia ed evoluzione nel tempo

All’inizio del secolo scorso, con l’aumentare della popolazione, la poca superficie a disposizione per costruire, l’avvento e la conoscenza di nuovi materiali da costruzione (come il calcestruzzo armato e  l’acciaio) e l’invenzione degli ascensori spinsero architetti e ingegneri a realizzare edifici che si sviluppavano in altezza.

I pionieri nella realizzazione di grattacieli furono gli americani che a fine ‘800 e i primi del ‘900 del secolo scorso realizzarono i primi grattacieli, a New York, Chicago, Philadelphia, per sfruttare al massimo il suolo edificabile e far fronte alle nuove esigenze che imponeva la città.

Uno dei principali protagonisti di questa ricerca architettonica e costruttiva fu Louis Sullivan portata poi avanti poi nella prima metà del ‘900 dal Movimento Moderno e da maestri dell’architettura come Mies van der Rohe realizzando fra gli altri nel 1958 quel capolavoro dell’architettura moderna che è il Seagram Building a New York.

Il grattacielo è diventato un simbolo di potere, e si è instaurata una sorta di competizione fra le principali metropoli del mondo per realizzare il grattacielo
più alto sfidando le leggi della fisica, resistendo ai fortissimi venti e ai terremoti.

L’esempio più eclatante è a Dubai dove è stato realizzato il grattacielo più alto del mondo (il Burj Khalifa) praticamente in mezzo al deserto. Altezze del genere (mediamente oggi i grattacieli si aggirano attorno ai 100 piani e vanno dai 300 ai
500 metri di altezza) erano impensabili 50 o 60 anni fa. Con il tempo le tecniche costruttive, la ricerca e i materiali si sono evoluti e ingegneri ed architetti hanno sperimentato sempre più soluzioni architettoniche e costruttive.

Che differenza c’è tra torre e grattacielo?

Da un punto di vista costruttivo, quello che differenzia una torre da un grattacielo è essenzialmente il numero di piani (fino a un certo numero limitato di piani possiamo chiamarle torri mentre se superano questo limite allora li chiameremo
grattacieli), ma in realtà, dal punto di vista tecnico, non c’è una vera differenza: sono tutti grattacieli. 

Il termine grattacielo è stato tradotto dal temine inglese skyscraper ma a volte si sente parlare anche di Tower (ovvero torre). Per esempio la Shangai Tower, uno degli edifici più alti del mondo, se tradotto in italiano sarebbe la torre Shangai ma in realtà è un grattacielo.

Dunque possiamo dire che non ci sono differenze fra torre e grattacielo in quanto il grattacielo di fatto è un edificio a torre con un preminente sviluppo verticale e un
numero elevato di piani.

Inizialmente i grattacieli indicavano edifici alti fino a 10 piani, ma poi con l’evoluzione delle tecniche costruttive viene usato per edifici ben più alti: in particolare per grattacieli che superano i 300 metri di altezza si usa il termine
“supertall” mentre, quando si superano i 600 metri di altezza, si parla di “megatall”.

E’ possibile utilizzare il legno per costruire un grattacielo?

Finora i grattacieli sono sempre stati realizzati con materiali come il calcestruzzo armato, l’acciaio e il vetro. Ma recentemente la Norvegia ha dimostrato che ora è possibili realizzare e costruire torri e grattacieli anche con un materiale ecologico, sostenibile e dalle sorprendenti qualità, non solo estetiche, come il legno.

L’edificio più alto d’Europa: The Shard, London Bridge Tower

Architetti famosi in tutto il mondo si cimentano per realizzare dei grattacieli, veri e propri capolavori dell’architettura, dell’ingegneria e delle tecnica unita alla scienza del costruire.

La London Bridge Tower, progettata dall’architetto Renzo Piano, è situata nel quartiere centrale di Southwark, sulla riva meridionale del Tamigi, presso la stazione di London Bridge. Voluto dal sindaco della città di Londra, questo grattacielo assume un ruolo strategico all’interno del tessuto della metropoli.

Con i suoi 306 metri di altezza (il cui impatto è ridotto dalla forma rastremata verso l’alto) e 66 piani, la London Bridge Tower grattacielo l’edificio più alto realizzato in Europa. Come in altre opere di Renzo Piano, l’attenzione alla sostenibilità ambientale è tradotta in precise soluzioni costruttive: la doppia facciata ventilata, i giardini alle diverse quote, gli impianti di riciclo del calore prodotto garantiscono un notevole risparmio energetico e un controllo delle dispersioni.

London Bridge Tower-Londra-Renzo Piano-The Shard-scheggia di vetro
The Shard, London Bridge Tower a Londra
(foto di lebastias –
Fonte: pixabay.com)

Un bellissimo esempio tutto italiano: il NET Center a Padova

Il NET Center (o torre NET) è un grattacielo situato a Padova, vicino al casello autostradale di Padova Est e vicino alla zona della Fiera, alto 85 metri e contenente 22 piani di uffici e residenze.

Realizzata nel 2007 e progettata dall’architetto svizzero Aurelio Galfetti, la torre NET rappresenta un bellissimo esempio di grattacielo realizzato con i canoni della
sostenibilità e ricercando nella forma e nei materiali una soluzione alternativa e non banale. Spesso infatti si tendono a costruire edifici e grattacieli altissimi ma senza nessuna identità architettonica e messi uno accanto all’altro perdono completamente di significato. 

I 10 grattacieli più alti del mondo

Per motivi demografici e politici, sempre più le grandi città e le metropoli di tutto il mondo fanno la gara per realizzare le torri e i grattacieli più alti del mondo,
per primeggiare non solo dal punto di vista architettonico ed estetico ma
appunto in numero di piani. Oggi il primato assoluto spetta al Burj Khalifa
di Dubai con i suoi 828 metri di altezza.

Ecco la classifica dei 10 grattacieli più alti del mondo, in ordine decrescente, dal più alto al più basso:

  • Burj Khalifa, Dubai: 828 metri e 163 piani;
  • Shanghai Tower, Shanghai: 632 metri;
  • Abraj Al Bait, La Mecca: 601 metri;
  • Ping An Finance Center, Shenzhen: 599 metri;
  • Goldin Finance 117, Tianjin: 597 metri;
  • Lotte World Tower, Seul: 556 metri;
  • One World Trade Center, New York: 546 metri;
  • CTF Finance Center, Guangzhou: 530 metri;
  • Tianjin CTF Finance Center, Tianjin: 530 metri;
  • CITIC Tower, Pechino: 528 metri.

LEGGI ANCHE:

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Immagine rappresentante un chiusino in strada
Progettazione
Giovanni Breda

Cosa sono i chiusini: tipologie e usi

Chiusini, elementi essenziali nell’ambito delle infrastrutture civili e stradali, coprono e proteggono l’accesso a servizi sotterranei come le fognature o i sistemi di drenaggio. La

Leggi Tutto »
0
Puoi lasciare un tuo commentox