edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Le porte a scomparsa in vetro: tipologie, soluzioni, vantaggi

Indice

Le porte scorrevoli a scomparsa in vetro, “scomparendo” all’interno
della muratura, sono un concentrato di tecnica, funzionalità e design
permettendo di arredare la casa separando gli ambienti con stile e garantendo
continuità visiva e il passaggio della luce, ideale per appartamenti e case
moderne anche di piccole dimensioni. Vediamo in questo articolo le tipologie,
le soluzioni e i vantaggi delle porte scorrevoli a scomparsa in vetro.

porte scorrevoli-porte a scomparsa-porte in vetro
Porta a scomparsa in vetro che divide la cucina dal soggiorno (foto
di Henry glass – Fonte: https://www.flickr.com)

Cosa sono le porte scorrevoli

Le porte scorrevoli sono costituite da una o due ante sospese a una
barra di supporto mediante dispositivi che ne consentono lo scorrimento e
guidate al piede da elementi che ne impediscano l’oscillazione. A
differenza di quelle a battente, le porte scorrevoli non
creano ingombro all’ambiente, ma occupano una porzione di parete pari
all’escursione dell’anta.

Un tipo particolare di porta scorrevole è quello a scomparsa, in cui al momento dell’apertura le ante vanno a disporsi nella sede
predisposta in una doppia parete oppure compresa tra una parete e un
pannello di arredo fisso: in questi casi occorre quindi aumentare lo
spessore della parete in prossimità della porta.

Per evitare questo inconveniente sono disponibili elementi speciali, detti
controtelai prefabbricati, che consentono di realizzare la sede in cui
“scompare” la porta scorrevole con lo stesso spessore della parete,
e possono essere adatti per una parete in muratura oppure una parete in
cartongesso. Quando si installa una porta scorrevole a scomparsa quindi bisogna tenere conto dell’ingombro di tale controtelaio sapendo che in quella porzione di parete non è possibile mettere
prese elettriche.

Le porte scorrevoli a scomparsa in vetro

Le porte scorrevoli a scomparsa sono un’ottima soluzione di arredo
di design funzionale e pratica e possono essere a un’anta oppure a due
ante (ideali per esempio per dividere la cucina e il soggiorno open space
e all’occorrenza chiudere per separare i due ambienti).

Un tipo particolare di porte scorrevoli a scomparsa sono appunto le
porte scorrevoli a scomparsa in vetro che oltre al lato funzionale
mettono in pratica anche il lato estetico; il vetro può essere
trasparente, traslucido, avere dei decori particolari o delle serigrafie
in base ai propri gusti e allo stile di arredamento della casa, e
permettono altresì di far entrare la luce naturale. Le porte scorrevoli a scomparsa in vetro sono ideali per
esempio per i piccoli
appartamenti arredati in stile minimalista e moderno.

Perché usare una porta a scomparsa in vetro

Ci sono un sacco di motivi per cui, se possibile, vale la pena di
installare e montare una porta scorrevole a scomparsa in vetro. Le porte scorrevoli a scomparsa
in vetro sono la massima espressione dell’eleganza e sono la
soluzione ideale quando si ha l’esigenza, magari durante una
ristrutturazione, di una
separazione fra due ambienti
come per esempio tra cucina e soggiorno.

Le porte scorrevoli a scomparsa in vetro permettono altresì una
continuità visiva, che può variare a seconda della tipologia e lavorazione
della lastra di vetro, e permettono l’ingresso della luce naturale
aumentando la sensazione di spazio e di benessere all’interno
dell’abitazione. Come le porte scorrevoli tradizionali opache, non
creano ingombro nell’ambiente, ma occupano una porzione di parete pari
all’escursione dell’anta e per questo sono ideali per ambienti piccoli.

Tipologie di porte a scomparsa in vetro e pregi

Le porte scorrevoli a scomparsa in vetro sono un concentrato di
tecnica, funzionalità e design permettendo di arredare la casa separando
gli ambienti con stile e garantendo continuità visiva e il passaggio della
luce, ideale per appartamenti e case moderne anche di piccole dimensioni.

Le porte scorrevoli a scomparsa in vetro hanno una
notevole possibilità di variazioni e personalizzazioni in base ai propri
gusti e alle proprie esigenze. In ragione di dove vengono installate,
nella zona living oppure nella zona notte, sia quelle a un’anta che quelle
a due ante, le porte scorrevoli a scomparsa in vetro possono essere a
tutto vetro oppure avere un bordo che incornicia la lastra di vetro.

Il vetro con cui sono realizzate è un
vetro temperato e stratificato di sicurezza che deve garantire
determinati standard di sicurezza, e può avere diverse finiture: possiamo
avere un vetro trasparente extra chiaro, un vetro satinato, un vetro fumé,
un vetro serigrafato con decorazioni varie, etc. Il tipo di lavorazione
che viene effettuata sulla lastra di vetro è la sabbiatura
(lavorazioni di incisioni) o l’applicazione di pellicole.

Per le porte scorrevoli a scomparsa in vetro possiamo avere inoltre
diverse composizioni di materiali, dalla porta a “tutto vetro” alla
combinazione legno vetro oppure alluminio vetro, ideali per tutti gli
spazi. Le porte scorrevoli a scomparsa in vetro costano mediamente di più
di una porta scorrevole normale ma l’aspetto estetico è totalmente diverso
e più elegante. Insomma ce ne davvero per tutti i gusti e tutte le
esigenze.

LEGGI ANCHE:

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
accordo quadro
Appalti
Manuel Binotto

Accordo quadro e convenzione

Gli accordi quadro e le convenzioni sono strumenti fondamentali negli appalti pubblici, utilizzati per semplificare e ottimizzare le procedure di approvvigionamento di beni e servizi.

Leggi Tutto »
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Articoli Recenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox