Header Ads

Migliori accorgimenti per risparmiare sull'energia elettrica

Migliori accorgimenti per risparmiare sull’energia elettrica

Dall’utilizzo di elettrodomestici in classe A+ in modo intelligente, all’uso delle lampadine a LED, da accendere le luci solo quando serve o spegnere il televisore senza tenerlo in standby sono molti gli accorgimenti per risparmiare sull’energia elettrica con gesti semplici ed efficaci. Vediamo in questo articolo quali possono essere i migliori accorgimenti per risparmiare sull’energia elettrica che tutti possiamo fare con un po’ di volontà.

risparmio-energia-elettrica
foto di ColiN00B - Fonte: https://pixabay.com)

Perché dobbiamo risparmiare energia elettrica?

Ogni anno vediamo la bolletta elettrica aumentare provocando un salasso sul bilancio famigliare. Con uno stile di vita diverso dal solito e qualche piccolo accorgimento è possibile risparmiare sull’energia elettrica e quindi contribuire a contrastare il cambiamento climatico in atto. E’ ormai sotto agli occhi di tutti, anche dei più scettici, la devastazione che l’uomo ha fatto e sta facendo al pianeta e quindi ora diventa obbligatorio cambiare rotta. Quindi dobbiamo metterci nell’ottica di risparmiare energia elettrica sia per una questione ambientale e quindi etica ma anche per riuscire a pagare meno in bolletta. Una cosa che possiamo fare tutti è quella di stare attenti ai consumi evitando gli sprechi, e confrontando le migliori offerte disponibili sul mercato.


Come risparmiare energia elettrica in casa

Abbiamo visto quindi l’importanza di risparmiare energia elettrica in casa per pagare una bolletta più bassa e per “inquinare” meno l’ambiente. Tutti questi piccoli/grandi accorgimenti sono molto utili ed efficaci per risparmiare energia elettrica, risparmiare denaro  e migliorare la tutela dell’ambiente. Per esempio utilizzando una ciabatta multispina è possibile risparmiare fino a 60 euro all’anno in bolletta.

Vediamo alcuni accorgimenti per risparmiare energia elettrica in casa:

1) Elettrodomestici in standby

Purtroppo da qualche anno ormai alcuni elettrodomestici come televisori, hi-fi, lettori dvd, consolle, etc. hanno la tecnologia del standby ovvero spegnendoli col telecomando la tv per esempio si spegne ma rimane sempre accesa una lucetta rossa. Questa lucetta che rimane sempre accesa quando la tv è spenta consuma energia elettrica più di quanto non pensiamo. Un accorgimento utile è quello di spegnere la tv col telecomando e poi alzarci e premere il pulsante di spegnimento o accensione direttamente sulla tv; in questo modo la lucetta del standby non ci sarà più. I risultati si vedono, provare per credere, considerando che a volte in casa ci sono due o tre tv.

2) Risparmiare energia elettrica con la luce

Quando pensiamo a energia elettrica in casa la prima cosa che ci viene in mente è la luce. La prima cosa da fare in assoluto è quella di accendere la luce solo quando serve veramente e se abbandoniamo una stanza anche solo per pochi minuti è bene spegnere la luce e nel caso riaccenderla. Detto questo andiamo a sostituire tutte le vecchie lampadine ce ci sono in casa con nuove lampadine ad alta efficienza a LED. Costano un po’ di più ma consumano molto molto meno e durano molto di più oltre al fatto che stancano meno gli occhi e fanno più luce. Se fate caso anche molte amministrazioni comunali stanno sostituendo le lampadine dei lampioni stradali con luci a LED per migliorare l’efficienza e ridurre gli sprechi.

3) Ridurre i consumi del frigorifero

L’elettrodomestico in assoluto più usato in cucina e in tutta la casa è indubbiamente il frigorifero presente in cucina. Oltre al fatto di acquistare un nuovo frigorifero in classe energetica in classe A+ la regola base efficace quanto banale, è quella di aprire e chiudere il meno possibile il frigorifero cercando di ridurre le aperture solo quando serve. Ogni volta che apriamo e chiudiamo lo sportello infatti il motorino del frigo deve lavorare per mantenere la temperatura consumando energia. Inoltre altra buona regola per risparmiare energia elettrica è quella di posizionare il frigorifero nella zona meno calda della cucina lontano da fonti di calore e a una distanza di almeno 10 cm dal muro per consentire l’aerazione ed evitare il surriscaldamento.

4) Come risparmiare sui consumi di forno elettrico e microonde

Se dobbiamo scaldare o riscaldare una pietanza  è sempre meglio utilizzare il formo a microonde invece del forno elettrico in quanto consuma molta meno energia elettrica. Inoltre se usiamo il formo elettrico un accorgimento per risparmiare energia elettrica è quello di spegnerlo prima della cottura del cibo sfruttando il calore residuo rimasto e non sprecare energia elettrica per niente. Anche qui ovviamente è quello di cambiare il vecchio forno con uno in classe A+.

5) Risparmiare energia elettrica con la lavatrice

Dopo il frigorifero un altro elettrodomestico per eccellenza più utilizzato e che più contribuisce al consumo di energia elettrica è certamente la lavatrice. Tralasciando il fatto di avere una lavatrice moderna in classe A+ (oggi la tecnologia è talmente avanzata che alcuni modelli di lavatrici con schermi touch-pad sono intelligenti in quanto programmano i consumi e i programmi in base al carico) la lavatrice (come anche la lavastoviglie) è consigliata usarla sempre a pieno carico e cercando di usarla a basse temperature. Inoltre in questo caso potrebbe venirci utile sfruttare le varie tariffe orarie più convenienti (in genere nella fascia oraria dalle 20 alle 8 di mattina) e quindi programmare le lavatrici in questa fascia oraria. Quelle moderne sono anche silenziose e quindi non c’è il problema del rumore. Inoltre possiamo scegliere il gestore di energia elettrica più conveniente per noi attraverso le numerose offerte che la concorrenza del mercato offre.

pannelli-fotovoltaici-risparmiare-energia-elettrica
I pannelli fotovoltaici permettono di risparmiare e produrre energia elettrica (foto di skeeze - Fonte: https://pixabay.com)


Risparmiare energia elettrica con i pannelli fotovoltaici

Un caso a parte riguarda i pannelli fotovoltaici. Infatti un primo passo per risparmiare energia elettrica è quella di utilizzare elettrodomestici in classe A+ e adottare tutta una serie di accorgimenti, piccoli gesti della vita quotidiana, che permettono di risparmiare energia elettrica. Se vogliamo non solo risparmiare ma addirittura produrre e immagazzinare (e in alcuni casi rivendere nella rete energia elettrica) una soluzione onerosa ma sicuramente efficace e sostenibile nel tempo è quella di installare nella copertura della nostra abitazione o condominio un impianto a pannelli fotovoltaici. I pannelli fotovoltaici utilizzando una fonte di energia inesauribile e assolutamente pulita come il Sole, permettono di produrre energia elettrica gratis e senza inquinare. Installando un impianto di questo tipo e adottando gli accorgimenti elencati prima il risparmio di energia elettrica e la sostenibilità ambientale sono assicurati. Oggi questi impianti sono altamente efficienti e permettono di accumulare e immagazzinare energia nelle giornate o nei periodi dell’anno più assolati e usarle quando invece non c’è il sole coprendo il 90% del fabbisogno dell’energia elettrica richiesta dalla famiglia.


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.