Ogni quanto bisogna fare la manutenzione delle grondaie

Ogni quanto bisogna fare la manutenzione delle grondaie e come si fa

Anche se spesso viene sottovalutata è molto importante fare la manutenzione e pulizia delle grondaie almeno una volta l’anno con l’arrivo della bella stagione oppure in autunno per evitare intasamenti che potrebbero provocare danni più seri e interventi costosi. Vediamo in questo articolo ogni quanto bisogna fare la manutenzione delle grondaie e come si fa.

manutenzione-grondaie-pulizia
E' importante fare la corretta manutenzione delle grondaie (foto di sandid - Fonte: https://pixabay.com)

Prima di tutto prevenzione

Per assicurare il buon funzionamento di pluviali e grondaie nelle stagioni autunnali o primaverili quando potrebbero essere abbondanti piogge è importante prevenire invece di curare. Potremmo fare per esempio un controllo per verificare se ci sono cedimenti localizzati o parti danneggiate o arrugginite o ancora verificare se ci sono viti allentate delle staffe che sorreggono le grondaie. In genere per questo tipo di operazione è consigliato chiamare un personale esperto che sarà anche in grado di valutare nel caso di guasti se ci sono infiltrazioni su muri o sulla copertura. Nel caso ci fossero potremmo così intervenire tempestivamente. Ovvio che installando una griglia antifoglie e tenendo pulite le grondaie periodicamente si eviteranno problemi e seccature più grandi.


Manutenzione grondaie “fai da te”: consigli utili

Come abbiamo detto la manutenzione ordinaria delle grondaie e dei pluviali è una cosa importantissima da fare una o due volte l’anno soprattutto se in giardino per esempio ci sono alberi caducifoglie che potrebbero intasare la grondaia. Se la grondaia è intasata infatti quando piove l’acqua non riesce a scorrere e fluire correttamente fuoriuscendo dal canale col rischio di infiltrarsi nelle murature provocando danni molto seri. Se abitiamo in una casa singola a uno o due piani è possibile eseguire la pulizia e manutenzione delle grondaie anche da soli con il classico “fai da te”; condizione indispensabile è avere gli attrezzi giusti come una scala, un raschietto, dei guanti, etc. ma soprattutto che le grondaie siano facilmente raggiungibili e che si riesca ad operare in sicurezza. Purtroppo non c’è  niente di più facile che possa succedere qualche incidente proprio facendo i lavori di casa. Per esempio bisogna prestare attenzione quando usiamo la scala; innanzitutto è consigliato che mentre operiamo sulla scala una persona a terra ci tenga ferma la scala per evitare di cadere e poi prima di appoggiarla alla grondaia assicuriamoci che la grondaia sia in zinco o rame o comunque che sia ben ancorata alla copertura perché potrebbe non reggere il peso. Infine se non l’avete già fatto dopo la manutenzione e pulizia installate un parafoglie all’imbocco del pluviale.

Se invece abitiamo in un palazzo a più piani visto le notevoli altezze è indispensabile chiamare una ditta specializzata per fare la manutenzione delle grondaie. Quando facciamo la manutenzione delle grondaie sia che si tratti di un’abitazione privata che di un condominio, oltre alle grondaie e pluviali sarebbe opportuno controllare i pozzetti e le caditoie dove l’acqua viene scaricata affinchè tutto il sistema funzioni perfettamente.

manutenzione-grondaia
Esempio di grondaia ostruita da residui e foglie secche (foto di 123 switch - Fonte: https://pixabay.com)

Quando effettuare la pulizia grondaia e tetto?

Come già detto le grondaie e i pluviali devono garantire nelle stagioni più piovose l’afflusso dell’acqua che non deve essere in nessun modo ostruita. In genere le grondaie e i pluviali vengono progettati (numero di pluviali, diametro e ampiezza della grondaia) in base alla tipologia e pendenza del tetto e anche della località geografica in ci si trova l’abitazione. Quindi il sistema è progettato per funzionare quando è pulito. Ovvio che se dovessero esserci delle ostruzioni non va bene e quindi bisogna fare la manutenzione delle grondaie.

La manutenzione e la pulizia delle grondaie è bene effettuarla minimo una volta all’anno ma è meglio farla due volte all’anno, ovvero in primavera e in autunno. La cosa diventa obbligatoria se in giardino o nelle immediate vicinanze della copertura ci siano alberi caducifoglie che aumenta il fattore intasamento. Se invece non sono presenti alberi o condizioni particolari per cui si possa intasare la grondaia possiamo farla anche una volta ogni due anni, anche per i condomini. In questo caso, attraverso un’assemblea condominiale, l’amministratore farà fare dei preventivi e si chiamerà una ditta specializzata.


Come pulire le grondaie?

Nelle operazioni di prevenzione e manutenzione rientra anche quella della pulizia delle grondaieInnanzitutto cerchiamo il più possibile di fare spazio nell’area in prossimità della grondaia, ad esempio potremmo con un seghetto tagliare tutti i rami degli alberi che toccano la grondaia oppure se ci sono rampicanti è bene togliere via tutto con una forbice.

Fatta questa operazione una volta saliti sulla scala con un scopino spostiamo le foglie e con le mani le raccogliamo e le mettiamo dentro un sacchetto. Una volta tolte tutte le ostruzioni versiamo dell’acqua calda sulla grondaia e con un raschietto togliamo il muschio e lo sporco incrostato. In alternativa per pulire a fondo le grondaie potremmo usare l’idropulitrice per una pulizia perfetta e facendo minor fatica.


Quanto costa pulire le grondaie?

Ora che abbiamo capito l’importanza di fare la manutenzione delle grondaie e visto come fare arriviamo al punto dolente, ovvero quanto costa? Se decidiamo di fare la manutenzione delle grondaie da soli col “fai da te” risparmiamo sicuramente, mentre se decidiamo di contattare una ditta specializzata potremmo spendere fino a 300 – 400 euro per un intervento medio. Ovviamente il prezzo varia da zona a zona e da ditta a ditta (per quello è bene farsi fare più di un preventivo) e anche dalle condizioni e dai metri lineari della grondaia. C’è da dire che l’intervento di una ditta sicuramente ha un costo ma il loro intervento assicura una garanzia di funzionamento dell’impianto per almeno un paio d’anni.


Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.