Come aumentare la luce in casa

Come aumentare la luce in casa: ecco i migliori consigli

Per una buona qualità della vita la luce all’interno di un ambiente è fondamentale ed è sempre da preferire la luce naturale a quella artificiale. Vediamo in questo articolo quali sono i nostri migliori consigli per aumentare la luce in casa.

luce-naturale-finestre
Grandi vetrate per far entrare più luce possibile (foto di Muntzir - Fonte: https://pixabay.com)


La qualità e la quantità di luce naturale che può entrare in casa è un requisito da sviluppare già in fase di progetto dell’abitazione oppure in caso di una ristrutturazione. La normativa infatti impone degli standard minimi per avere l’abitabilità ma nulla vieta di avere molta più luce di quella richiesta per legge. Una casa luminosa infatti ci fa star meglio e migliora quella che si chiama qualità di un edificio, che viene valutata tramite le prestazioni che i suoi elementi edilizi sono in grado di offrire. Quindi la prima cosa da fare per aumentare la luce in casa è scegliere in modo adeguato i serramenti e le finestre e anche il tipo di vetro. Per esempio i vetri satinati hanno la capacità di diffondere una luce indiretta aumentando di fatto la luce in casa. Oppure se abitiamo in un sottotetto possiamo pensare alla possibilità di installare un Velux per avere luce anche dall’alto. O  ancora potremmo utilizzare degli specchi, colorare le pareti con colori chiari, meglio di tutti il bianco (i colori chiari e lucidi hanno l’effetto di riflettere la luce aumentandola) e in tal caso verniciare ogni 4-5 anni al massimo oppure utilizzare delle tende bianche che creeranno luce diffusa anche se fuori c’è poco sole. 


Perché aumentare la luce naturale in casa

Innanzitutto come già detto, maggiore illuminazione significa qualità della vita e benessere. Sembra banale dirlo ma in una casa bella ordinata e luminosa si vive molto meglio che in una casa sporca e buia. Aumentando la luce in casa, anche attraverso stratagemmi vari, ha anche il vantaggio di far sembrare gli ambienti più grandi di quelli che sono e questo è ideale se per esempio abitiamo in un piccolo appartamento. Infine altro grande vantaggio di aumentare la luce naturale in casa è quello di utilizzare meno la luce artificiale e quindi avere un notevole risparmio energetico ed economico.
Aumentare la luce naturale in casa è anche una questione di salute: l’illuminazione naturale migliora lo stato psicofisico delle persone, riducendo lo stress e quindi aumentando il benessere. Inoltre, in modo indiretto, aiuta a contrastare l’insorgenza di muffe rendendo l’ambiente interno più sano.


luce-naturale-bianco-specchi-arredamento-minimal
Arredamento minimal, colori chiari e l'uso di specchi per aumentare la luce in casa
(foto di jeanvdmeulen - Fonte: https://pixabay.com)

Prescrizioni di legge riguardanti l’illuminazione

Il D.M. 5-7-1975 impone che ciascun locale di abitazione goda di un fattore medio di luce diurna maggiore o uguale al 2%. Il fattore medio di luce diurna è il parametro che misura l’illuminazione naturale all’interno di un ambiente. Esso è definito dal rapporto, espresso in percentuale, tra l’illuminamento medio degli spazi interni di un edificio e l’illuminamento contemporaneamente presente su una superficie orizzontale situata all’esterno che riceva, senza irraggiamento solare diretto, la luce dell’intera volta celeste. Il fattore medio di luce diurna, pur essendo notevolmente influenzato da diverse variabili (dimensioni e colore delle pareti degli ambienti interni, caratteristiche geometriche, tipologia di vetro, dimensione dei profili del serramento,  e posizione dei serramenti attraverso i quali entra la luce naturale), consente di quantificare in modo sufficientemente attendibile il livello di illuminazione naturale all’interno dei locali di un edificio. Esistono due metodi di valutazione di questo parametro: la prova in opera e il calcolo analitico. Per gli stessi ambienti è anche richiesto ai fini della ventilazione che il rapporto tra l’area delle finestre e l’area del pavimento del locale sia maggiore o uguale a 1/8 (rapporto aeroilluminante). 
Detto questo una volta rispettati questi parametri, in fase di progettazione, obbligatori per legge è possibile attraverso vari stratagemmi aumentare ulteriormente la luce in casa in modo da avere un ambiente luminoso e accogliente. 

Come aumentare la luce naturale in casa

Abbiamo già evidenziato quali possono essere i migliori consigli per aumentare la luce in casa, come per esempio dipingere con colori chiari le pareti della casa, utilizzare colori chiari anche per l’arredamento e magari con uno stile minimal, cercare di appendere pochi quadri alle pareti e lasciarle più libere possibili, per le porte che dividono gli ambienti possiamo mettere delle porte con inserti in vetro (anche traslucido) in modo che parte della luce possa passare da una stanza all’altra. Per i tendaggi interni e quelli esterni è preferibile utilizzare tessuti chiari e leggeri che lasciano passare la e diffondere la luce anche nelle giornate nuvolose. Un altro consiglio per aumentare la luce in casa si può ricorre all’uso degli specchi che permettono di ingrandire gli spazi e massimizzare l’illuminazione naturale, oppure utilizzare superfici in vetro trasparente come ad esempio sedie in plexiglass, mensole e tavoli in vetro.

Rimane comunque il fatto che per aumentare la luce in casa dobbiamo scegliere le finestre e avere i serramenti più grandi possibili. Infatti in caso di ristrutturazione è possibile, ottenendo i relativi permessi, aumentare e ingrandire finestre e portefinestre. Cerchiamo poi di non avere ostruzioni (come alberi o altri oggetti se siamo al piano terra) che possano impedire l’ingresso della luce. Se per esempio dobbiamo comprare casa se possibile cerchiamo di scegliere un appartamento all’ultimo piano (più in alto è e più luce riceverà). Una cosa che possiamo fare sui serramenti esistenti è la pulizia; sui vetri delle finestre si depositano sporco e polvere che creano di fatto un filtro. Basterà periodicamente pulire e lavare i vetri per aumentare la luce in casa.

illuminazione-naturale-velux-lucernari
Uso di lucernari e Velux per avere luce dall'alto (foto di MagicDesk - Fonte: https://pixabay.com)

Finestre per tetti 

La possibilità di abitare all’ultimo piano e potendo usufruire di un sottotetto e possibile installare le finestre per tetti (i cosiddetti Velux o lucernari) permettendo così di ricevere luce anche dall’alto. L’uso abitativo dei locali sottotetto è condizionato dal rispetto dei limiti di altezza e di illuminazione imposti dalla normativa igienico-sanitaria. Per illuminare i sottotetti si ricorreva in passato agli abbaini. Agli abbaini vengono oggi normalmente preferiti particolari tipi di finestre, dette finestre per tetti (Velux), direttamente inserite nel manto di copertura e realizzate con criteri tali da garantire la tenuta all’acqua oltre che a far passare la luce naturale. I sistemi di apertura più usati sono quelli a bilico e a visiera e possono anche essere integrate con schermature esterne o interne.

Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.