I migliori consigli per avere un giardino ecosostenibile

I migliori consigli per avere un giardino ecosostenibile

Avere un giardino privato è assolutamente un lusso e un piacere e se hai rispetto per la natura e l’ambiente allora devi optare per un giardino ecosostenibile. Vediamo i migliori consigli per avere un giardino ecosostenibile a impatto zero.

giardino-ecosostenibile-giardiniere
Consigli per avere un giardino green ecosostenibile (foto di Jasmin_Sessler - Fonte: https://pixabay.com)


Cos’è un giardino ecosostenibile

Il giardino per antonomasia è rilassante e ci permette di passare il nostro tempo libero d’estate o in primavera in assoluta libertà e benessere e relax ricaricando le batterie. Curare e tenere in perfetta forma un giardino però richiede un discreto utilizzo di energia. È possibile però avere un giardino che oltre a  essere bello e curato sia anche ecosostenibile, ovvero che sia attento agli sprechi di acqua e energia. Il tema ambientale, del rispetto della natura e della riduzione degli sprechi al fine di ridurre il più possibile i cambiamenti climatici in atto che stanno distruggendo il nostro pianeta è purtroppo argomento di attualità e con cui dovremmo fare i conti per i prossimi decenni. Nel frattempo, in attesa di politiche globali a livello mondiale, anche il singolo individuo, cioè noi, possiamo fare più di quanto pensiamo per esempio facendo la scelta di avere o trasformare il nostro giardino in un giardino ecosostenibile.

I principi fondamentali alla base di una politica ambientale ed ecosostenibile nel rispetto dell’ambiente appunto sono tre: 
  1. riusa, 
  2. riduci 
  3. ricicla. 
Per avere un giardino ecosostenibile non serve molto, basta seguire queste semplici tre regole e qualche piccolo altro accorgimento potremmo dare il nostro contributo alla salvaguardia dell’ambiente.

Come fare un giardino ecosostenibile

Il giardino è il luogo prediletto del relax ed è importante che sia bello da veder e curato bene. Ma abbiamo visto che un giardino ecosostenibile è un giardino attento al risparmio energetico, al metodo di irrigazione cercando di ottimizzare e sprecare meno acqua possibile, al riutilizzo e all’utilizzo di materiali di recupero che altrimenti andrebbero buttati via, e altra cosa all’utilizzo di piante autoctone che si adattano bene al clima e a quel determinato ambiente. Spesso infatti se buttiamo l’occhio nei giardini delle case capita spesso di trovare le palme ma sicuramente non è una pianta adatta per i nostri climi.

Vediamo di sintetizzare le caratteristiche e i principi per ottenere un giardino ecosostenibile:
  1. Scegliere le piante in base alla zona climatica e al suolo;
  2. Metodo di irrigazione più adatto e che sia attento all’utilizzo dell’acqua;
  3. Riciclo creativo;
  4. Utilizzo di pesticidi e fertilizzanti naturali;
  5. Utilizzo di  scarti alimentari come concime.
giardino-ecosostenibile-piante
E' importante prendersi cura del proprio giardino ecosostenibile (foto di artisano - Fonte: https://pixabay.com)


5 consigli per avere un giardino ecosostenibile

Ora che abbiamo capito cosa si intende per giardino ecosostenibile, e i motivi per cui eticamente parlando tutti dovremmo avere un giardino ecosostenibile attento alle problematiche ambientali (avere un giardino “normale” e un giardino ecosostenibile non c’è poi grandissima differenza) vediamo di seguito 5 migliori consigli per avere un giardino ecosostenibile. Aggiungo se leggi questo articolo e metti in pratica questi consigli potresti diffondere la voce ai tuoi amici e conoscenti in modo che più persone contribuiscano in qualche modo alla salvaguardia del nostro amato pianeta. 

1. Scegliere le piante in base alla zona climatica e al suolo: decidere di coltivare solo piante e alberi autoctoni cioè del luogo e quindi adatti a vivere bene in quella zona climatica non solo è un’azione eticamente corretta ma ci permetterà di ottenere un notevole risparmio di acqua e all’uso di fertilizzanti dovuto agli scarsi attacchi parassitari;

2. Sistema di irrigazione intelligente: anche il sistema di irrigazione diventa fondamentale in una logica del risparmio dell’uso di acqua potabile. Per esempio esistono sistemi di irrigazione sofisticati “a goccia” che si azionano molte volte per brevi periodi oppure possiamo banalmente raccogliere e utilizzare l’acqua piovana per annaffiare le piante nel nostro giardino;

3. Utilizzo di pesticidi e fertilizzanti naturali: la cura del giardino passa inevitabilmente all’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti ma per un giardino ecosostenibile sono assolutamente banditi i prodotti chimici ma dovete utilizzare solo prodotti naturali per allontanare i parassiti cattivi e preservare le piante. Utilizzare fertilizzanti naturali inoltre protegge noi, i nostri bambini e anche gli animali come cani e gatti che giocando in giardino d’estate potrebbero venire in contatto con i prodotti chimici e nocivi;

4. Compostaggio: tutto quello che è rifiuto organico invece di buttarlo via possiamo utilizzarlo come concime e fertilizzante del nostro giardino ecosostenibile. In questo modo non inquiniamo l’ambiente e le nostre piante saranno decisamente contente;

5. Alberi da frutto: piantare alberi da frutto nel nostro giardino ecosostenibile ci permette di ottenere, seguendo i normali cicli delle stagioni, frutta di stagione evitando così di consumare andando al supermercato. Inoltre avere degli animaletti o insetti in giardino potrebbe essere salutare per  il nostro giardino ecosostenibile perché diventano essi stessi degli antiparassitari.

Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.