La pavimentazione 3D

La pavimentazione 3D: la nuova frontiera dell’arredamento

La pavimentazione 3d permette di dare profondità e tridimensionalità al pavimento di una stanza sfruttando le resine 3d. La pavimentazione 3d è capace di donare ad ogni ambiente un tocco decisamente originale. Questi spettacolari pavimenti si presentano come delle stampe perfettamente curate da calpestare ed ammirare. Vediamo in questo articolo prezzi, vantaggi e consigli utili sulle principali tipologie in commercio di pavimentazioni 3d.

pavimentazione-3d
Pavimentazione in 3D che riproduce l’acqua creando un bellissimo effetto (Fonte: mondodesign.it)


Introduzione: pavimenti 3D decorativi per interni

Fino a pochi anni fa i pavimenti in resina erano una prerogativa degli ambienti industriali e dei luoghi pubblici molto frequentati come ospedali e centri commerciali. Una scelta legata alle caratteristiche stesse della resina, considerata un materiale estremamente resistente all’abrasione da calpestio, completamente impermeabile, facile da pulire e veloce da stendere su superfici molto ampie.

Negli ultimi anni si è però registrata un’inversione di tendenza e i pavimenti in resina sono diventati molto gettonati anche nell’edilizia residenziale. Un crescente successo legato soprattutto alla possibilità di lavorare e personalizzare le resine in modo creativo, consentendo la realizzazione si semplici pavimenti spatolati o di spettacolari pavimenti 3D.

Leggi anche: Migliori pavimenti in stile moderno

Caratteristiche e vantaggi

La realizzazione di pavimenti 3d decorativi prevede l’utilizzo di particolari supporti stampabili, resine e prodotti protettivi, a seconda delle scelte è inoltre possibile utilizzare anche marmi o graniti e particolari pietre lavorate.

Le pavimentazioni decorative 3d sono capaci di donare ad ogni ambiente un tocco decisamente originale, questi spettacolari pavimenti si presentano come delle stampe perfettamente curate da calpestare ed ammirare. Tutto questo crea l’illusione che la propria casa galleggi su di un oceano d’acqua, oppure si sviluppi tra sentieri acciottolati con effetti stupefacenti.

pavimentazioni-3d
Altro esempio di pavimentazione in 3D applicata in bagno (Fonte: pavimenti3d.it)

Come creare pavimenti 3D con i rivestimenti in resina e le stampe fotografiche

Sfruttare un pavimento in resina per ottenere sbalorditivi effetti ottici tridimensionali è molto semplice. Per sua stessa natura questo particolare rivestimento richiede una posa in opera multilivello:

  • il primo strato, ovvero il fondo, è costituito da una resina epossidica, meno brillante ma più resistente; 
  • il secondo è in genere una resina poliuretanica che determina il colore della pavimentazione e le conferisce brillantezza;
  • il terzo strato è una pellicola di vernice trasparente o colorata che serve a completare la finitura. 

Prima che l’ultimo strato vetroso venga steso e livellato mediante una spatola è possibile inserire un’enorme stampa fotografica sotto la pavimentazione creando l’illusione di una terza dimensione, soprattutto se si osserva l’immagine con una certa prospettiva. Di fatto si tratta di un’illusione ottica che permette di trasformare il pavimento di una stanza in un fondale marino, nelle dune di un deserto, nel sentiero di un bosco o in qualunque altro elemento naturale, urbano o geometrico si voglia utilizzare come tema artistico.

Pavimentazione in 3D: a cosa bisogna prestare attenzione

La realizzazione di pavimenti in resina 3d deve necessariamente essere affidata a un professionista o a una ditta specializzata e quindi difficilmente può essere un lavoro “fai da te”.
Trattare le resine richiede un’adeguata preparazione del fondo al fine di evitare la formazione di crepe, dossi e altre imperfezioni che potrebbero compromettere non solo l’effetto ottico tridimensionale ma la durata stessa del pavimento. Inoltre, dopo la stesura di ogni strato è fondamentale attendere qualche giorno per la completa essiccazione della resina prima di procedere con lo strato successivo. La lavorazione risulta quindi abbastanza laboriosa e richiede tempi più lunghi rispetto a quelli per la posa in opera di un pavimento standard.

pavimentazioni-3d
Queste pavimentazioni creano effetti tridimensionali molto efficaci e particolari (Fonte: mondodesign.it/)

Quanto costa un pavimento in 3D?

Per quanto riguarda i prezzi dei pavimenti decorativi in resina 3d molto dipende dal tipo di stampa o dal disegno che si vuole inserire sotto la superficie del rivestimento e dal costo della manodopera. Si va dai 50-70 euro al mq per un pavimento spatolato con combinazioni di vari colori ai 150-200 euro al mq per i pavimenti realizzati con resine autolivellanti e stampe artistiche fuori catalogo o particolarmente complesse da riprodurre.



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.