Scale a chiocciola: tipologie e costi

Scale a chiocciola: tipologie e costi

Il modo migliore per risparmiare spazio con stile è quello di scegliere come scala da interni una scala a chiocciola. La scala a chiocciola oggi sta ritornando in auge per il suo esiguo ingombro giacché le case odierne hanno superfici ridotte. Come scegliere la scala a chiocciola più adatta alle proprie esigenze: quadrata o tonda, stretta o larga, comoda o poco ingombrante. Vediamo in questo articolo alcuni consigli  per scegliere la tipologia di scala a chiocciola più adatta e a quali costi.

scala-a-chiocciola
Scala a chiocciola (Fonte: www.fontanot.it)

Cosa sono e  quali caratteristiche hanno le scale a chiocciola

La scala è l’elemento edilizio che permette il collegamento fra i piani posti a quote diverse tramite una serie di gradini formati da un elemento orizzontale, la pedata, e da un elemento verticale, l’alzata. Un tipo particolare di scale sono le scale a rampe curve che sono realizzate con una successione di gradini a forma di settore circolare, sostenuti da un’anima cilindrica centrale oppure sostenuti a sbalzo dalla parete esterna, senza un appoggio in corrispondenza dell’anima. Nel primo caso sono dette scale a chiocciola, nel secondo scale elicoidali.

Leggi anche: Scale in acciaio e legno, costi e tipologie


La scala a chiocciola è detta così per il percorso circolare che la contraddistingue, un andamento spesso elicoidale che si snoda attorno ad una asse centrale e verticale detto piantone. L’andamento estremamente raccolto delle scale a chiocciola permette un notevole risparmio dello spazio occupato, ma rende la salita alquanto disagevole, specie per scale di diametro esterno inferiore a 1,20 m, e la discesa pericolosa. Il passaggio è consentito a una sola persona per volta con difficoltà di trasporto di oggetti voluminosi. Le scale a chiocciola sono adatte in particolari situazioni, come l’accesso a locali di servizio oppure quando disponiamo di piccoli spazi e appartamenti di metrature ridotte e abbiamo la necessità di occupare meno spazio possibile.  Le scale a chiocciola lasciate “a vista” possono dare luogo a piacevoli conformazioni dello spazio, per questo sono apprezzate nell’architettura d’interni.

scala-a-chiocciola
Altro esempio di scala a chiocciola moderna (Fonte: www.rifaidate.it)

Le scale a chiocciola a pianta quadrata

Un tipo particolare di scala a chiocciola sono le scale a chiocciola a pianta quadrata. Le scale a chiocciola quadrate progettate per rispondere alla necessità d’inserire una scala in fori quadrati o in posizioni d’angolo, con una soluzione versatile, dal design accattivante e personalizzabile. Queste scale a chiocciola sono composte da un palo centrale, che può essere realizzato in legno, acciaio inox o  metallo verniciato a forno con polveri epossidiche, per una migliore copertura e una maggiore resistenza nel tempo. I gradini sono in legno di faggio massello finger joint e possono essere verniciati sia con vernici atossiche a base d’acqua, che esaltano le qualità del legno, sia con lacche, contenenti particolari microsfere che offrono una maggiore resistenza contro abrasione, raggi UV e liquidi freddi.

Leggi anche: Quale legno è più adatto per le scale?


Ciò che differenzia appunto questa tipologia di  scala a chiocciola è il disegno della sua pianta. Di solito le chiocciole sono inscritte in un cerchio, questa invece è progettata su pianta quadrata in modo da occupare perfettamente fori quadri o spazi angolari. Questo aspetto la rende un prodotto estremamente versatile, se non indispensabile, nei casi in cui il foro abbia forme squadrate o la scala sia posizionata fra 2 muri.

Ad aumentare la versatilità di questa scala a chiocciola a pianta quadrata c’è poi la possibilità di regolare l’alzata anche in fase di posa, in modo da adattarla alle caratteristiche del vano senza problemi. Il diametro infatti può variare da un minimo di 105 cm, ideale per piccoli spazi, fino a un massimo di 180 cm.

scale-a-chiocciola-quadrate-circolari
Scale a chiocciola a pianta circolare o quadrata (Fonte: www.infobuild.it/)

Le scale elicoidali

Le scale a chiocciola, almeno dal punto di vista della struttura, sono tutte uguale a se stesse. Possono variare nell’altezza e nella dimensione, ma le differenze non sono poi molte. Tuttavia, è bene ripeterlo, possiamo considerare come un sottotipo quella “elicoidale”.  Secondo alcuni, essa è un sottotipo della scala a chioccola, secondo altri rappresenta una categoria a sé. Chi è di questa idea, sottolinea la più grande differenza tra la scala a chiocciola e la scala elicoidale: la prima ruota attorno a un asse verticale, detto piantone; la seconda è “guidata” da due eliche, tra le quali sono posti i gradini.

Ora, questa differenza ha un effetto soprattutto in termini di funzionalità: se la scala a chiocciola contiene gradini identici gli uni agli altri nella forma, nella dimensione e nell’inclinazione, nella scala elicoidale i gradini possono risultare, per così dire, eterogenei.
La differenza in termini di elemento portante si declina anche nell’estetica. Le scale elicoidali possono dare vita a forme ancora più particolare e suggestive delle scale a chioccola.

scala-elicoidale
Esempio di scala elicoidale (Fonte: www.rintal.com/)

Vantaggi delle scale a chiocciola

Le scale a chiocciola rappresentano una risorsa per chi intende costruire un locale su più livelli o ha in mente di ampliare la propria abitazione con l’aggiunta di un soppalco. Essa rappresenta solo una delle tante alternative in termini di scale interne ed esterne.

Esse offrono diversi vantaggi come:

  • Occupano poco spazio. Le scale a chiocciola si sviluppano grazie un’asse verticale, attorno al quale si distribuiscono gli scalini. Questo asse verticale è detto piantone.
  • Consentono l’accesso agevole a un soppalco. Le abitazioni distribuite su più livelli presentano nella maggior parte dei casi una scala classica con rampa. Questo tipo di scala, che è molto ingombrante, potrebbe risultare eccessiva nel caso in cui si volesse garantire l’accesso a un semplice soppalco.
  • Le scale a chiocciola sono utili anche quando si vuole creare un accesso al livello superiore di una abitazione non solo dall’interno ma anche dall’esterno.


Quanto costano le scale a chiocciola?

Ecco una panoramica dei prezzi delle scale a chioccola:

  • In metallo: da 850 € a 1.200 €
  • In legno: da 850 € a 2.600 €
  • In vetro: da 1.300 € a 2.600 €
  • Con rivestimenti in plastiche, resine, legni pregiati: da 1.400 € a 2800 €
  • Manodopera installazione scale leggere: circa 200 €
  • Manodopera installazione scale in cemento: da 500 € a 1.000 €.


Leggi anche: Le scale in vetro



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.