Header Ads

Bagni in resina

Bagni in resina: modernità, praticità ed eleganza

Esteticamente intrigante, facile da gestire e super igienico. Sono tanti i motivi che possono convincerci a realizzare un bagno in resina. Vediamo alcuni consigli utili e idee per dei rivestimenti per il bagno insoliti, senza piastrelle, con garanzia di idrorepellenza e facilità di pulizia.

bagno-in-resina
esempio di bagno in resina (Fonte: https://www.arredamento.it)

Il bagno in resina: un’ottima alternativa al bagno in piastrelle

Possiamo trasformare il nostro bagno con l’uso di vernici che consentono di evitare l’uso delle piastrelle: resina, grassello di calce, smalto, sono alcune soluzioni che permettono di creare un ambiente moderno e conciliabile con qualsiasi stile ottenendo risultati esteticamente piacevoli. L’uso della resina offre un grande vantaggio: si può cambiare quando lo si desidera senza eccessivi costi e dare nuova vita ad un bagno che risulta essere un po’ datato, l’effetto finale sarà davvero sorprendente e darà una nota personale anche ad un semplice bagno.

Un bagno in resina è la soluzione ideale per sconfiggere eventuali ristagni di umidità e dire addio a muffe e cattivi odori. La grande traspirabilità dei composti in resina si sposa infatti con un'estrema facilità di gestione. In caso di rinnovamento del bagno, sia che si tratti di rifare le pareti del bagno in resina o di posare un pavimento in resina per risparmiare la prima valutazione da fare è se si riesce a coprire le piastrelle esistenti con la resina senza demolire l’esistente. Questo è una grande vantaggio offerto dalla resina poiché lo spessore del rivestimento una volta posato è di pochi millimetri (in media 3 mm). Questa caratteristica la rende idonea alla posa senza demolizione.

esempio-di-bagno-in-resina
Esempio bagno in resina (Fonte: http://www.elektapainting.it/)

Cosa vuol dire scegliere e progettare un bagno in resina

Scegliere un pavimento in resina non significa scegliere un pavimento prefinito, pronto all'uso nelle condizioni in cui viene campionato (es: ceramiche, moquettes, pvc, laminati, ecc.). Scegliere un pavimento in resina significa iniziare un percorso progettuale che porta, come risultato, alla messa in opera nel proprio ambiente di una soluzione unica ed irripetibile, sottesa alle esigenze estetiche e prestazionali richieste dal cliente e al processo applicativo operato dall'applicatore.

Progettare un pavimento in resina significa valutare:

- Le prestazioni che il sistema deve avere (resistenze chimico-fisiche)
- L'aspettativa estetica ricercata
- I limiti di investimento economico
- Il supporto su cui si intende stendere il ciclo resinoso
- L'ambiente ed il microclima dove si intende operare


Esempio di bagno in resina (Fonte: https://www.arredamento.it)

Bagni in resina: vantaggi e svantaggi

Uno dei grandi vantaggi dei rivestimenti di pareti e pavimenti in resina per bagni è quello di essere tecnicamente idonei ad accogliere la presenza di acqua e umidità, pur preservando la capacità di creare elementi decorativi personali e personalizzabili. Grazie alla versatilità delle resine per pavimenti, pareti e mobili è possibile ottenere ambienti omogenei con finiture decorative di stile. Inoltre il rivestimento dei bagni in resina può essere applicato direttamente su massetto o su intonaco liscio oppure direttamente sopra le piastrelle, quindi si presta molto bene per i lavori di ristrutturazione.

Proviamo ad elencare una serie di altri vantaggi di un bagno in resina (pareti e pavimenti):

- Monolitico, senza soluzione di continuità;
- Resistente e durevole nel tempo;
- Di basso spessore e quindi riscaldante;
- Unico ed irripetibile con numerosi effetti decorativi;
- Igienico e di facile pulizia;
- Sovrapponibile e rinnovabile.

Ma i bagni in resina non hanno solo vantaggi ma presentano anche qualche svantaggio:

- L’invecchiamento;
- La resina risente particolarmente dello stato del supporto su cui andrà stesa;
- Un altro grosso problema è la limitata resistenza ai raggi UV, che ne determinano l'ingiallimento precoce.

bagno-in-resina-bianca
esempio bagno in resina (Fonte: http://studioadp21.it/)

Quanto cosa un bagno in resina?

Il costo di un bagno in resina può variare dai 50€ ai 150€ al mq senza accessori o sanitari. La variabilità è molto ampia e dipende dalla tipologia di resina scelta e dal costo della posa per il rivestimento o del pavimento in resina anche della tipologia della lavorazione. Per i bagni di piccola metratura il lavoro viene quantificato a corpo, in base anche alle finiture desiderate.  Ad esempio tra una resina colorata ed una spatolata ad effetto legno il costo varia di 30€ al mq, se poi si passa alle resine decorate fino a quelle con effetto 3d si può arrivare a prezzi molto alti.

Altro fattore di costo è lo stato iniziale del bagno da rifare. Se è possibile stendere e posare la resina sopra le piastrelle del bagno senza demolizione dell’esistente. Analogamente anche l’altezza della parete influisce sul costo al mq. In genere i bagni hanno dei rivestimenti delle pareti molto alti che possono far salire di molto il prezzo.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.