Pavimento incollato sopra l'esistente

Pavimento incollato sopra l’esistente: costi, vantaggi, cosa tenere presente


I pavimenti incollati sopra quelli esistenti rappresentano un’efficace soluzione da adottare in fase di ristrutturazione, se non si desidera rimuovere il pavimento esistente. Vediamo in questo articolo quali sono i costi, i vantaggi e  cosa bisogna tenere presente.

pavimento-incollato-sopra-l'esistente
Fase di incollaggio di un nuovo pavimento in legno su quello esistente (Fonte: www.efarchidesign.it)

Cosa sono i pavimenti incollati sopra l’esistente e quando usarli

I pavimenti incollati sopra l'esistente sono pavimenti di spessore estremamente ridotto, tali da poter essere posati su un pavimento esistente.

Ne esistono in diversi materiali, tra cui:

  • ceramica
  • legno
  • laminato
  • resina
  • vinile.

Quando si procede alla ristrutturazione di un appartamento, uno degli interventi più frequenti è proprio la sostituzione del pavimento. Negli alloggi datati infatti il pavimento si presenta spesso obsoleto o rovinato per cui, a meno che non sia in materiali pregiati come marmo o parquet che meritano di essere trattati e riportati a nuova vita, va sostituito.

Un intervento di rifacimento del pavimento prevede però le seguenti fasi:

  • demolizione del pavimento esistente e spesso anche del massetto di sottofondo
  • scarico e trasporto a rifiuto delle macerie
  • rifacimento del massetto
  • posa in opera del nuovo pavimento.


A questo inconveniente bisogna aggiungere ulteriori problemi, come:

  • i tempi lunghi necessari per l’ultimazione dei lavori
  • il fastidio determinato dal rumore e dalla formazione di polvere e detriti, soprattutto se si vive in condominio
  • l’impossibilità a rimuovere il vecchio pavimento se l’immobile non è di proprietà, ma si è in affitto.

La somma dei costi delle varie lavorazioni ci fa capire subito che si tratta di un intervento piuttosto oneroso. Ecco quindi che un pavimento incollato sopra l'esistente si rivela la soluzione più idonea.

pavimento-incollato
Incollaggio pavimento in legno sopra vecchia pavimentazione in ceramica. La posa del parquet a colla avviene tramite la stesura della colla con un’apposita spatola sulla pavimentazione preesistente (Fonte: www.tolin.it)

Cosa bisogna tenere presente prima di applicare il pavimento

Prima di procedere alla scelta e alla posa di un pavimento incollato sopra l’esistente, bisogna però considerare alcuni fattori:

  • tenere conto del peso del pavimento da sovrapporre e della capacità portante del solaio sottostante
  • anche se di spessore ridotto, i nuovi pavimenti possono comportare la necessità di modificare leggermente le porte esistenti
  • il pavimento esistente deve presentarsi in buone condizioni, perfettamente piano e livellato.

Leggi anche: Come togliere un pavimento incollato

Posa di pavimenti in legno per incollaggio e per sovrapposizione

La posa delle tavolette senza incastro, dei prefiniti e degli elementi a mosaico viene generalmente eseguita mediante incollaggio, ricorrendo ad adesivi scelti in base al tipo di supporto, che può essere per esempio un massetto o anche un pavimento preesistente, adatti a consentire le variazioni dimensionali tipiche del legno.  Con questa tecnica occorre verificare che al momento della posa del pavimento ligneo lo strato di supporto sia sufficientemente asciutto: nel caso di un massetto cementizio si richiede di norma un contenuto di umidità inferiore al 2%, mentre si scende a valori molto inferiori per massetti a base di anidrite. Una tecnica di incollaggio particolare viene impiegata per la posa dei blocchetti di legno, che vengono disposti a giunto aperto sigillato. L’impiego di questi elementi è però limitato a determinati tipi di pavimentazioni industriali e di pavimentazioni esterne.

Le tavolette e i listoni a incastro, come anche i prefiniti, possono essere posati in opera anche per semplice sovrapposizione: gli elementi di legno sono disposti a incastri tra loro su uno strato di sabbia perfettamnete asciutta e livellata, con interposizione di un foglio di cartonfeltro bitumato, oppure su un pavimento preesistente, con interposizione di un semplice strato di carta. Questa tecnica è interessante per la possibilità di coprire con un nuovo rivestimento un pavimento esistente e, all’occorrenza, di smontarlo riportando alla luce il vecchio pavimento, senza che quest’ultimo abbia subito danneggiamenti.

pavimento-in-legno-incollato-sopra-l'esistente
Pavimento in legno su vecchio massetto (Fonte: gini.ristrutturaconmade.it)

Leggi anche: Come pulire il parquet?

Vantaggi e svantaggi

Analizziamo quali possono essere i vantaggi e gli svantaggi del pavimento incollato sopra l’esistente:

Fra i vantaggi abbiamo:
  • Risparmio del costo di demolizione della vecchia pavimentazione e del massetto
  • Risparmio del costo di realizzazione del nuovo massetto
  • Rapidità di esecuzione e accelerazione dei tempi di consegna del lavoro

gli svantaggi sono:
  • Garanzia Zero: difficilmente la Ditta appaltatrice potrà garantirvi il lavoro nel tempo, e pur facendolo, se in futuro si verificheranno delle crepe o delle spaccature sul vostro nuovo pavimento, potrà sempre scaricare la propria responsabilità sull’instabilità del massetto o sulla vecchia pavimentazione;
  • Tutte le porte, le portefinestre e il portoncino blindato, (qualora non vengano sostituiti) devono essere rifilati di almeno 1,5 cm: per tale operazione vi consiglio vivamente di rivolgevi a un professionista e non al muratore di turno, che per quanto ben intenzionato, non sarà sicuramente in possesso dell’attrezzatura  e dei requisiti necessari (soprattutto per i portoncini blindati rivolgetevi a un fabbro!!).
  • Aumento dei costi delle assistenze murarie per gli impianti (ad es. termico, idrico elettrico e di scarico): generalmente nelle ristrutturazioni totali, si predilige passare con gli impianti a terra  per tutta una serie di motivi che tratteremo prossimamente.
pavimento-in-gres-incollato-sopra-l'esistente
Posa pavimento in gres porcellanato sopra quello esistente in ceramica mediante incollaggio (Fonte: www.mirage.it)

Leggi anche: Pavimenti in resina: vantaggi e svantaggi 


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.