edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Muro contenimento giardino: idee e materiali

Indice

Se possiedi un giardino o un appezzamento di terreno potrebbe essere necessario realizzare un muro di contenimento. Possono essere realizzati con diversi materiali e tecniche costruttive in base al lavoro da eseguire.

Vediamo idee, materiali e soluzioni per realizzare un muretto contenimento.

muro contenimento giardino
Muretto a secco (foto diartyangel – Fonte: pixabay.com)

Perchè costruire un muretto di contenimento per il giardino

I muri di contenimento come dice la parola stessa sono delle barriere che servono per contenere il terreno ed evitare il franamento e del terreno scosceso. I muretti di contenimento possono essere realizzati con diversi materiali come ad esempio il calcestruzzo, la pietra, blocchi prefabbricati in cemento, legno, etc. e possno anche essere realizzati con diverse modalità costruttive, dai muretti a secco in pietrame al getto in cls.

Oltre a modellare il terreno a seconda delle esigenze, hanno la funzione importante di sostenere e reggere il terreno evitando che frani e crei disastri.

Ovviamente in base alle caratteristiche del terreno e alla quantità di terra il muretto deve essere opportunamente dimensionato per sopportare i carichi senza che crolli. Quindi nel caso di un piccolo muro di contenimento nel proprio giardino per realizzare ad esempio un’aiuola si può procedere anche con il fai da te, diversamente occorre un progetto e dei calcoli da parte di un ingegnere edile o un architetto/geometra.

La particolarità del muro di contenimento del terreno rispetto ad esempio al
muro perimetrale portante di un edificio, è che deve sopportare la spinta orizzontale che di solito è molto elevata soprattutto in caso di terreno bagnato. Oltre all’aspetto funzionale i muri di contenimento terra devono anche rispondere a esigenze di carattere estetico, come nel caso di un giardino o di una sponda di un fiume.

Come si costruisce un muro di contenimento

Abbiamo detto che i muri di contenimento del terreno si possono realizzare con vari materiali e varie tecniche costruttive. La scelta su un materiale o l’altro piuttosto che una tecnica costruttiva o un’altra non dipende dai propri gusti personali ma dalle verifiche di calcolo effettuate da un professionista e dal tipo di terreno oltre che dalla zona. Alcune zone collinari o di montagna ad esempio o del centro-sud d’Italia sono più soggette a smottamenti e frane rispetto ad altre zone d’Italia.

Normalmente per una questione pratica ed economica i muri di contenimento
vengono costruiti in calcestruzzo armato lasciato a vista o in alcuni casi rivestito ad esempio con pietra vera oppure pietra ricomposta oppure in terra rinforzata.

In alternativa possono essere realizzati in legno oppure con blocchi di cls prefabbricati con una maglia intrecciata in modo da far passare l’acqua quando piove senza creare una barriera netta ma permeabile. Nel caso invece si utilizzino blocchi
di pietra come legante si può usare la calce, oppure nel caso di bioedilizia
anche il fango e la paglia per i muri di contenimento in terra rinforzata.

Tipi di muri di contenimento per il giardino

I muri di contenimento non sono tutti uguali; in base come funzionano dal
punto di vista statico i muri di contenimento possono essere di due tipologie:

  • muro a gravità: in questo caso è la massa muraria sostenere il carico del terreno e per questo di solito hanno spessori molto elevati e vengono realizzati con materiali come pietre o mattoni. Lo spessore elevato è dovuto alla loro scarsa resistenza a trazione e devono sempre avere una fondazione in calcestruzzo armato;
  • muro a mensola: questa tipologia viene realizzata in calcestruzzo armato e per questo può avere spessori molto più ridotti rispetto ai muri a gravità. Il muro a mensola è progettato per resistere alle spinte laterali
    del terreno ed è molto più resistente. Ovviamente questa tipologia necessita
    del progetto di un ingegnere strutturista.

Muri di contenimento con blocchi prefabbricati

Abbiamo visto precedentemente che i muri di contenimento del terreno si possono anche realizzare con blocchi prefabbricati in cemento o argilla. Queste soluzioni sono sono
molto apprezzate esteticamente e sono ideali per parchi e giardini per la realizzazione di aiuole e modellare piccole porzioni di terreno. In questo caso possiamo avere così i cosiddetti “muri alveolari” che consentono al terreno di “respirare” e permettono anche la crescita di piante lungo il muro per avere un aspetto più naturale. Ma si possono utilizzare anche blocchi in fibra di vetro che vengono posati a secco e ancorati al terreno tramite delle geogriglie.

Esistono anche blocchi in muratura idrorepellente come quelli forniti dall’azienda Ferrari BK che consentono di realizzare dei muretti a secco. Questa soluzione in particolare permette di realizzare muri di contenimento anche con altezze che possono arrivare ai 15 metri di altezza e sono in grado di sopportare carichi elevati.

Muri di contenimento su pendii

Esistono in commercio dei blocchi per murature e sistemi costruttivi per il contenimento del terreno su pendii che rispodono alle esigenze strutturali, estetiche e ambientali come il prodotto Splitflower  messo in commercio dall’azienda MACEVI Group. Si tratta di elementi prefabbricati in calcestruzzo vibrocompresso ideate appositamente per realizzare muri di contenimento di pendii scoscesi.

Splitflower è un blocco che richiama la trama della pietra naturale ed è posato con la tecnica dei muri a secco coniugando estetica e portanza statica integrandosi perfettamente nell’ambiente. La modularità di questi mattoni (come i mattoni della linea Mini Slitflower) consentono una elevata capacità compositiva e una facilità di posa in opera velocizzando i tempi e riducendo i costi.

Il mattone Mini Slitflower a differenza dell’altro può essere utilizzato per piccoli pendii e per muri di contenimento con ridotte spinte di carico come quelle che si possono avere nel giardino di casa.

LEGGI ANCHE:

 
Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
accordo quadro
Appalti
Manuel Binotto

Accordo quadro e convenzione

Gli accordi quadro e le convenzioni sono strumenti fondamentali negli appalti pubblici, utilizzati per semplificare e ottimizzare le procedure di approvvigionamento di beni e servizi.

Leggi Tutto »
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Articoli Recenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox