Header Ads

Le cucine e soggiorni open space

Le cucine e soggiorni open space, soluzioni e design

La cucina a vista sul soggiorno è la soluzione preferita nelle case nuove, ma anche nelle ristrutturazioni, dove sono frequenti gli interventi in cui i due locali, prima separati, vengono uniti.

open space-cucine-e-soggiorni
Open space cucina-soggiorno in stile moderno (Fonte: mondodesign.it/)

Cosa significa open space?

Secondo la definizione inglese un open space è “uno spazio senza nessuna o poche pareti divisorie tra le varie zone”. In genere, l'open space si riferisce alle principali aree living della casa, vale a dire cucina, soggiorno e sala da pranzo, e presuppone un layout aperto e fluido con poche pareti interne e un minor numero di stanze indipendenti a favore di un unico ambiente. In sintesi l'open space ha le seguenti caratteristiche:

  1. Favorisce la socializzazione, la pianta aperta ha un impatto sul modo in cui gli abitanti della casa utilizzano lo spazio e interagiscono tra loro
  2. Promuove il legame interno/esterno
  3. È una scelta ideale per piccoli appartamenti: abbattere i muri è una soluzione comune per aumentare la sensazione di spazio nelle piccole abitazioni.


Perché sfruttare l’open space tra cucina e soggiorno?

La soluzione cucina soggiorno open space è adatta soprattutto per chi preferisce la convivialità e il desiderio di fondere due ambienti in un unico ampio spazio aperto. La soluzione strutturale sempre più quotata dalle case moderne è quella che punta su una zona giorno open space in cui cucina, sala da pranzo e salotto sono liberi di dialogare mantenendo tuttavia una precisa identità e la massima funzionalità. Questa disposizione consente infatti di ottenere un ambiente più arioso e ottimizzato, ideale per uno stile di vita contemporaneo.

In assenza di vincoli strutturali, si tende a demolire le pareti divisorie, ottenendo meno stanze, ma dando al contempo la percezione di avere ambienti più ampi. Una scelta quasi obbligata nei piccoli appartamenti, ma di sicuro effetto anche in quelli di maggiori dimensioni. Inoltre, eliminando le pareti divisorie, si otterrà quasi sempre più luce naturale.

Pro e contro delle cucine e soggiorni open space

La cucina open space piace anche perché la pianta aperta favorisce l’interazione tra le persone, nonché la più facile condivisione di momenti familiari. Questo aspetto per alcuni può invece rappresentare uno svantaggio: l’eliminazione delle pareti offrirà meno spazio per disporre di contenitori e cassettiere dove riporre piccoli elettrodomestici, stoviglie e utensili (a meno di scegliere soluzioni come isole o penisole oppure colonne midi o mobili bifacciali). Inoltre se si passa molto tempo a cucinare, gli odori prodotti e i rumori dei robot da cucina possono risultare fastidiosi a chi si trova in soggiorno, magari per studiare o guardare la tv. Negli ambienti open space, inoltre, è necessario mantenere sempre tutto in ordine, cosa difficile da fare mentre si sta lavorando.

Un buon compromesso è invece la cucina con separazioni temporanee, chiusa nei momenti “operativi”, ma che poi si apre per quelli conviviali, per esempio separando cucina e soggiorno con una porta scorrevole magari a due ante in vetro in modo da mantenere la continuità visiva ma che si può aprire o chiudere all’occorrenza.

cucina-soggiorno-open-space
Un altro esempio di open space nella zona giorno in stile moderno (Fonte: fotogallery.donnaclick.it)

Soluzioni per rendere cucina e soggiorno open space

Spesso ci si trova a dover scegliere se unire o separare il living dalla cucina. Gli ambienti separati offrono dei lati positivi, come l’isolamento degli odori, ma possono anche risultare meno luminosi e talvolta angusti. Unire zona living e cucina crea un ambiente più ampio e luminoso. È necessario però delimitare le zone, diversificandole a seconda della funzione. Ci sono molte soluzioni per dividere visivamente gli spazi, eccole, ognuna con i suoi punti forti:

  • Pareti scorrevoli: permettono di dividere o unire gli ambienti a seconda dell’occorrenza. Con un gesto solo si ricavano ambienti diversi!
  • Bancone o isola che delimiti la zona della cucina, è anche un’ottima soluzione per avere un piano lavoro ampio
  • Dividi lo spazio con il colore. Delimita le aree con colori a contrasto o in nuance
  • Caratterizza il pavimento delle diverse aree con materiali diversi o tappeti
  • Pareti vetrate: separano senza ‘dividere’, questa è una le tendenze più in voga del momento. D’ispirazione industriale, separano lasciando però gli ambienti ‘uniti’: la trasparenza del vetro sfrutta i fattori positivi dell’ambiente unico dando però la possibilità di avere zone distinte
  • Colonne o strutture portanti possono scandire lo spazio dividendo gli ambienti
  • Soffitto: abbassamenti e decori a soffitto (come cornici e profili in gesso) aiutano a dividere gli ambienti e a percepire gli spazi come divisi. Ribassa parte del soffitto e usalo per integrare soluzioni d’illuminazione
  • Cartongesso: con poca spesa si possono far costruire piccole pareti che diano una divisione dello spazio senza chiuderlo totalmente. Attrezza la parete con mensole o nicchie, sarà una soluzione decorativa e funzionale
  • Nei piccoli spazi dove la cucina a vista è obbligatoria, risolvi con un muretto che celi la zona più operativa dal resto del living


Come arredare una cucina soggiorno open space?

Nata come la soluzione ottimale per chi vive in case piccole, la cucina soggiorno open space è di grande tendenza ed è scelto da chi ama vivere la convivialità e gli spazi ampi. In virtù di queste caratteristiche molti arredi cucina sono progettati esclusivamente per fondersi armoniosamente ai mobili per il soggiorno. Per un open space funzionale ed elegante è necessario ricreare un ambiente ampio, confortevole e arioso, non dispersivo e con complementi d’arredo che si abbinano all’unico ambiente.

Arredare una cucina soggiorno open space non è difficile; l’importante è scegliere lo stile che si vuole dare all’ambiente e puntare sui colori giusti. Lo stile degli arredi deve essere coordinato ma non uguale e privo di stacchi visivi. In sostanza la regola base è creare un giusto equilibrio tra armonie e differenze.

Leggi anche questo articolo: Come arredare una cucina, consigli utili


Per unire i due ambienti è consigliabile usare la penisola della cucina con i pratici sgabelli oppure utilizzare il divano come elemento divisorio che avrà alle spalle la cucina; anche il tavolo potrebbe delimitare le due stanze. Insomma, le idee per cucina soggiorno open space non mancano. Per arredare cucina soggiorno open space in stile classico potresti scegliere il bianco e poi slittare verso le sue varianti, come il beige e l’avorio, o comunque scegliere tinte neutre e chiare che donino luce alla stanza. Inserisci elementi come il marmo o il cotto, tenendo sempre a mente il progetto della continuità stilistica tra gli ambienti.

Per quanto riguarda il materiale di mobili e i complementi d’arredo la regola principale è quella di creare una continuità stilistica all’interno dell’open space. Potresti scegliere il legno come elemento principale, da utilizzare sia per la cucina, le mensole, le librerie e i tavolini del soggiorno; in questo caso però prediligi colori chiari perchè un legno dalle tinte scure finirebbe per appesantire troppo l’ambiente.

open-space
Esempio di open space per rendere l'ambiente più ampio (Fonte: mondodesign.it)




Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.